Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘A A A A LEZIONI DI MAGLIA CON VIDEO- PER CHI COMINCIA ORA-’ Category

mederia_lg_small2

Un po’..tosta, la spiegazione di questa canotta, che si lavora con i ferri circolari ;si inizia a lav dal basso, e si fanno dei ferri accorciati per ottenere la parte più lunga.

una bella sfida quindi, ma ..”se pò ffà” come dicono a Roma(i loro antenati dicevano”nihil difficile volenti”..)

Da fare in lino , le amiche americane  useranno il Berrocco linus..e noi ,dobbiamo cercare, c’è il lino-cotone di  Drops, ad esempio,(e con Vignarul ve lo mandano a casa in 2 gg e dopo i 30 euro di spesa la spedizione è gratis,ma è previsto anche l’invio di piccole quantità a prezzi..postali, ordinato ieri  merino-cotone in un bellissimo colore azzurro jeans e cotone Muskat, arrivati questa mattina, spedizione free..un avviso per gli altri rivenditori del marchio..)

Oppure il fantastico  lino di Rowan,  lo trovate da “Macramè”di Isabella Fabbri a Bazzano(Bologna) e a Roma da Capuano, piazza della Torretta.

 

 

Modello fornito cortesemente da Berrocco:http://www.berroco.com/patterns/maderia

Cliccate sul link per andare all’originale, c’è la figura con le misure.

misure XS_S_M_L_XL_XXL

larghezza del busto:75cm(85-95-105-115-125)
misura del capo finito
Bust0 – 89cm(90-100-110-120-130)
Lunghezza– 62,5cm(65-67,5-70-72,5-75)(al bordo + lungo)

MATERIALE
4(4-5-5-6-6) gomitoli di  BERROCO LINUS (50 grs), #6834
Blackbird
ferri circolari n 5 cavo lungo  80cm
ferri diritti n5

campione:19m per 26 ferri=10cm
2 segnapunti di colore diverso
1 spilla per m in attesa.

NOTA
Il capo si lavora in tondo sui ferri circolari fino agli scalfi ,poi si divide tra davanti e dietro e si lavorano le due parti separatamente  con i ferri diritti.

la forma del fondo si ottiene lavorando con la tecnica dei ferri accorciati:si lavora fino ad un certo punto sul ferro, poi  si gira e si torna indietro,lasciando le restanti m in attesa.
CORPO
Sui i ferri circ montare  212(230-250-270-288-308) m, lav in tondo facendo attenzione a non girare il  cavo al primo giro,mettere un segno all’inizio del giro.
giro 1: 106dir(115-125-135-144-154),mettere un segnapunto,dir fino alla fine.

giro succ rov.
FERRI ACCORCIATI:
ferro1:(dir del lavoro).dir fino al primo segno,spostare il segno a destra,lav ancora 9 dir oltre il segno, girare.
ferro 2 (rov del lav): 9rov, spostare il s,9 rov oltre il segno, girare.
ferro 3 (dir del lav): 9dir,spostare il s,18dir oltre il s,girare.
ferro 4 (rov del lav):  18 rov,sp il s,18rov oltre il segno,girare.
Continuare in questo modo lavorando sempre   9m in più   ad ogni ferro fino ad avere completato  un  totale di 24 ferri accorciati,e finire al rov del lav.

Al giro succ  lav sempre al dir fino al segno che indica l’inizio del giro = 212(230-250-270-288-308)m, mettere un segno alla fine dell’ultimo giro.
Lav a m rasata (tutti i erri al dir, con i ferri circ)fino a 2,5cm dal segno.
Primo giro di diminuzioni: giro  1: * 1dir,2ass al dir,23dir(25-29-30-33-35),2ass al dir,24dir(26-28-31-33-36), 2ass al dir,23 dir(26-28-31-33-35), 2ass al dir,24dir(26-28-31-33-36), 2ass al dir,
1dir*rip tutto un’altra volta= 202(220-240-260-278-298) m.

lavorare altri 12 giri.
Secondo giro di diminuzioni: * 1dir,2as al dir,22dir(24-28-29-32-34),
2ass al dir,23 dir(25-27-30-32-35), 2ass al dir,22dir(25-27-
30-32-34), 2ass al dir,22dir(24-26-29-31-34), 2ass al dir,1dir*ripun’altra volta=192(210-230-250-
268-288) m.çavorare altri 12 giri.
Terzo giro di diminuzioni:: * 1dir,2ass al dir,21 dir(23-27-28-31-33),2as al dir,22dir(24-26-29-31-34), 2ass al dir,21 dir(24-26-
29-31-33), 2ass al dir,20dir(22-24-27-29-32), 2ass al dir,1dir*rip un’altra volta= 182(200-220-240-258-278) m.

fare altri 12 giri.
Quarto giro di diminuzioni:: * 1dir,2ass al dir,20dir(22-26-27-30-32), 2ass al dir,21 dir(23-25-28-3033), 2ass al dir,20dir(23-25-
28-30-32), 2ass al dir,18dir(20-22-25-27-30), 2ass al dir,1dir*rip un’altra volta= 172(190-210-230-248-268)m.

Lavorare altri 12 giri.
Quinto giro di diminuzioni: * 1dir,2ass al dir,19dir(21-25-26-29-31),2ass al dir,20dir(22-24-27-29-32), 2ass al dir,

19dir(22-24-27-29-31), 2as al dir,16dir(18-20-23-25-28), 2ass al dir,1dir*rip un’altra volta.= 162(180-200-220-238-258) m:

Lavorare altri 12 giri.

Sesto giro di diminuzioni:* 1dir,2ass al dir,18dir(20-24-25-28-30),
2ass al dir,19dir(21-23-26-28-31), 2ass al dir,18dir(21-23-26-28-30), 2as al dir,14 dir(16-18-21-23-26), 2ass al dir,1dir*rip un’altra volta= 152(170-190-210-
228-248)m.

Lavorare fino a 35cm(35-37-37-37,5-37,5)dal segno.
DIVISIONE DIETRO DAVANTI: con i ferri diritti,chiudere  4(5-7-8-8-9) m,dir fino al segno successivo,passare le restanti  76(85-95-105-114-124)m
su un ferro (o spilla, o ferro circolare a cui metterete i tappetti) per il davanti.

Girare e chiudere 4(5-7-8-8-9)m,poi lav rov fino alla fine.= 68(75-81-89-98-106)m.
DIETRO: diminuizioni(dir del lavoro):3dir,2ass al dir,dir fino alle ultime 5m,SSK(lav 2 m assieme ritorte),3dir= 66(73-79-87-96-104) m.

Ripetere queste diminuzioni a tutti i ferri diritti per altre  3(6-7-11-14-18) volte= 60(61-65-65-68-68) m.

Continuare a lavorare fino a  a che lo scalfo misurerà17,5cm(17,5-19-20-22-22,5) finendo con un ferro rov.

SPALLE E SCOLLO:f succ(dir del lav):chiudere 4m,lav dir fino a che avrete  are 11(11-13-
13-15-15) m sul ferro di destra,prendere un altro gomitolo,e chiudere le  30(31-31-31-30-30)m centrali,poi lav dir fino alla fine.

Lavorando le due parti separatamente ma contemporaneamente,chiudere 4m all’inizio del ferro succ,quindi 3(3-4-4-5-5) m all’inizio dei succ 4 ferri per le spalle.
Allo stesso tempo,chiudere ai lati dello  scollo ,1 volta 3m, poi 1 volta 2 m.
DAVANTI: al dir del lavoro rimettere sul ferro le  76(85-95-105-114-
124) m in attesa,chiudere  4(5-7-8-8-9) m all’inizio dei succ 2 ferri=68(75-81-89-98-106) m.
DIMINUZIONI (dir del lav): 3dir,2ass al dir,dir fino alle ultime 5m,SSK,3dir= 66(73-79-87-96-104) m.

Ripetere queste dim ad ogni ferro dir, per altre  3(6-7-11-14-18) volte..
Quando lo scalfo misura 5cm(5-7-7,5-9-10),(quindi prima di aver completato tutte le diminuzioni,)e ad un ferro sul rov del lav, mettere un segno ai lati delle
40(41-41-41-40-40) m centrali.
SCOLLO: f succ(dir del lav):continuando a fare le dim degli scalfi,lav fino a 14 m prima dell’ultima dim dell’ultimo segno  messo alla fine delle m centrali,fare 1 acc doppia(pasare 1m, lav 2 m assieme, accavallare),3dir, prendere un altro gomitolo ,lav 3 dir,SSK,poi lav fino alla fine= 37(38-38-38-37-37) m tra i segni.

mentre completate le dim dello scalfo,diminuite 2m al lato sin dello scollo (1acc doppia 3 dir)
ad ogni ferro dir,per altre 17 voltementre diminuite 1m sul lato destro dello scollo(3dir,ssk)ogni 4 ferri per  altre 3(4-4-4-3-3) volte.

Quando avrete completato tutte le dim sia dello scalfo che dello scollo,lav ancora sulle  10(10-12-12-14-14) m di ogni lato fino a che lo scalfo misurerà 17,5cm(17,5-19-20-22-22,5),finendo al rov del lav.

Chiudere allo scalfo 1 volta 4m,poi 2 volte 3(3-4-4-5-5) m per le spalle.
Finite le spalle, non vi resterà che cucirle..

About these ads

Read Full Post »

 

 

Ho scritto in un precedente post, che molte si sono avvicinate o riavvicinate alla maglia, grazie al web e ai tanti video che americane, inglesi, australiane o russe, hanno pubblicato.

E abbiamo potuto vedere che chi lavora in tondo lavora quasi sempre con il filo a sinistra:metodo continental.

I ferri circolari si tengono in mano, non uno sotto il braccio, come i ferri diritti, per cui fa rallentare il lavoro portare il filo con la destra.

Non è facile cambiare metodo, ci vuole buona volontà ,tempo e tenacia.

Ho trovato questo video, che finora mi è sembrato il migliore, spiega benissimo come tenere le dita e perchè lavorare in questo modo e perchè si sbaglia facendo diversamente.

E’ in inglese,superata la presentazione però, vi mostrerà da vicino come fare,pazientate..

Read Full Post »

Venerdì 14 marzo, ore 9,15, treno Frecciarossa per Bologna, mi accompagna la fedelissima Patrizia, innamorata della maglia, e eletta a mia “agente”..naturalmente si tira  fuori immediatamente il lavoro a maglia.. e in valigia ci sono ferri, ferri circolari, libri ecc

1939880_10203384184435440_2021058890_n

A Bologna una cognata-amica ci viene a prendere, e ci porta a Bazzano, delizioso paese a mezz’ora da Bologna, dove ci aspetta Isabella, la proprietaria del negozio Macramè

1398215_1401639490069092_168547593_o

foto-homepage

Isabella ha aperto il negozio, nel cuore antico del paese, da poco più di 6 mesi, ed è un vulcano di energie e di idee.

Arrivano le partecipanti alla full immersion, 8 con Patrizia e Isabella ,che assiste alla lezione tra una cliente e un’altra.

https://fbcdn-sphotos-a-a.akamaihd.net/hphotos-ak-frc3/t1/10014587_10203386311808623_673296128_n.jpg

1255513_10203386308968552_1005339231_n

Questa è l’immagine del “disordine creativo” di un negozio che lavora,  tra maglia, ricamo,cucito e quant’altro..534383_10203386305448464_167061206_n

10001580_10203386308208533_1855568531_nAlcune delle partecipanti, una viene per fortuna da Bologna, e sarà lei a portarci e riportarci nei 2 giorni seguenti..

1897797_10203391910748593_1908219480_nPraticamente tutte sanno lavorare con i circolari e molte hanno già fatto cose bellissime, come questo cardigan con trecce e trafori, modello illustrato nel blog, qui:http://lamagliadimarica.com/2013/09/01/cardigan-trecce-meraviglioso/, e lavorato con lana Trilli di Campolmi..

1625462_10203400730409079_537513707_n

1911644_10203391910428585_259881366_nIniziamo, e cerco  di capire cosa “non” sanno fare, e iniziamo dal montaggio delle maglie con il ferro in mano(per i circolari)

https://fbcdn-sphotos-h-a.akamaihd.net/hphotos-ak-frc1/t1/1902052_10203386315328711_820672689_n.jpg

ma la richiesta a gran voce è naturalmente il topdown.. che abbiamo fatto in versione mini e che fa innamorare tutte quante.

https://fbcdn-sphotos-g-a.akamaihd.net/hphotos-ak-prn1/v/t1/1653865_10203386312528641_1546116934_n.jpg?oh=79c8ecc42bd284f34325bffbfa7ec732&oe=53AAF2CA&__gda__=1404167408_b6b7e3f78cb24ff82ff1d04f024cb1c9

Riporto qui tutte(o quasi, gli argomenti trattati sono stati veramente tanti..) le altre  tecniche di cui si è parlato, e ho messo i video di riferimento (dove ho potuto) sia perchè le partecipanti possano rivederle, sia per le lettrici del blog; per cui, tenetevi caro questo post, che direi si rivolge a chi ha già un livello di conoscenza della maglia più avanzato.

Ritengo che niente meglio di un video possa illustrare una tecnica, non sono mai riuscita a capirci nulla da un disegno di un libro o da una foto.

Per cui anche se   in inglese, sopportate con pazienza la chiacchierata iniziale, anche se non la capite, ma osservate il video.

Siamo passate quindi :

ai ferri accorciati,

le diminuzioni a gruppi,

i vari tipi di  cuciture, (come unire parti a m rasata e a legaccio),la ripresa delle maglie,ritrovate questo tipo di spiegazioni “basiche” cliccando qui

il montaggio provvisorio delle maglie,

la chiusura delle maglie con 3 ferri(per spalle e cappuccio ecc):

la chiusura delle maglie a punto maglia:

lo scollo a V: si divide il lavoro in due parti, e sul diritto del lavoro, si lavora fino alle ultime 3m prima della divisione centrale: si fa un’accavallata poi si lavora al dir l’ultima m,  poi con un altro gomitolo, si lavora al diritto la prima m dell’altra parte ,si lavorano 2 m assieme, e si finisce il ferro.

Ferro succ rov, al f succ si ripetono le diminuzioni fino ad ottenere il n di ma volute per la spalla..

Si era parlato delle cuciture della spalla al corpo, e non abbiamo avuto tempo di illustrarlo; metto qui un video che sarà utile a tante:

….e dedicando ad ogni argomento più o meno tempo a seconda della difficoltà..ma non è stato solo lavoro, la pausa pranzo del sabato era a base di mortadella, ciccioli, crescente e ..Lambrusco..!!!

foto 2(35)

http://media-cache-ak0.pinimg.com/736x/27/10/93/271093b101da99fe29b710f468e55273.jpg

:questa è la “crescente” modenese, o “gnocco ingrassato” condita con i famigerati “ciccioli”..

foto 3(23)

Ci siamo salutate domenica  con un arrivederci , magari a giugno a ..RODI…. che è il prossimo progetto di incontro, ultima settimana di giugno.. ma ve ne parlerò  presto..

Grazie ragazze , mi avete fatto ritrovare  le mie origini..

Vi dedico questa bellissima di Dino Sarti:

…sono tornata a casa e…VIVA l’Emilia!!!

Read Full Post »

escargotBIG2

escargotALT

http://www.knitty.com/ISSUEwbis11/PATTescargot.php

L’autrice, amante dell’epoca jazz e della natura, ha concepito questa cloche, che si rifa agli anni ruggenti e abbellita da questa decorazione a forma di “conchiglia”

misura unica

2 gomitoli, uno del col principale uno per la conchiglia

circ della testa  50cm

altezza del berretto:22,5cm

2 gomitoli 

 ferri:4,5  circolari cavo lungo 40cm

ferri 4,5 a doppie punte

 segnapunti

ago da lana

 simboli e abbreviazioni: here.]

campione:20m per 28 ferri=10cm

spacer
spacer
 

La tesa e la spirale si lavorano in piano ,poi si da forma con diminuzioni e ferri accorciati

Sigle e abbreviazioni:

la sigla dei ferri accorciati:

w&t(avvolgi e gira) l’ho lasciata in originale e la tecnica per farla:

nel primo video vi fa vedere come fare la prima parte dell’operazione(avvolgere la prima delle m che restano primadi girare il lavoro:

in questa seconda vedete come si lavorano assieme il filo che avvolge la m con la maglia stessa: quando siete arrivati alla m avvolta, mettete sul ferro di senistra il filo che avvolge la am prima della m, e le lavorate assieme.

SSK: è una diminuzione di una m, corrisponde a lavorare due m assieme ritorte.

Il corpo del berretto si lavora in tondo.

SPIEGAZIONE
Con il colore contrastante ,montare 240m con i ferri circ ,lavorare in piano.

f 1 [dir del lav]: 120dir,mettere un segno,120 dir; le prime 120m diventeranno la spirale,le altre la tesa.

f 2 [rov del lav]: 120dir, passare il segno a destra,(1dir,2ass)rip fino alla fine=200m.

f 3 :tagliare il filo e passare a quello del colore principale,lavorare tutto il ferro con questo colore.

f 4  : 120,rov,pass il s,64 rov, w&t.

f5 :64 dir,pass il s,100dir, w&t.

f 6 :100rov,pass il s,48rov,w&t.

f 7 :(1dir,2ass) rip fino al s,pass il s,80dir, w&t= 184 m.

f 8:80rov,pass il s,16 rov, w&t.

f 9 :16dir,pass il s,60dir, w&t.

f 10:rov,riprendere la m che avvolge ,metterla sul ferro e lavorarla assieme alla m avvolta, quando vi trovate a lavorarle.(vedi video n 2 di you tube)

f 11 :lav ,e m 2 alla volta fino al segno,pass il s,40dir, w&t= 152 m.

f 12:40rov,pass il s,16rov, w&t.

f13:16dir,pass il s,20dir, w&t.

f 14 :lav rov ,riprendendo e lavorando assieme ,quando ci arrivate, il filo che avvolge con la m avvolta.

f 15 :lav due alla volta le m fino al s, pass il s,(4dir,2ass al dir) fino alla fine,sempre riprendendo e lavorando assieme filo che avvolge e m avvolta.=116m.

f 16 :rov.

f 17 :chiudere 16m,eliminare il segno,non tagliare il filo principale,riprendere il filo del colore contrastante e lav dir fino alla fine=100m.

Banda:
f 18: dir
f 19 dir
f20dir: abbiamo fatto 2 righe di legaccio in col contrastante.

CORPO DEL CAPPELLO
Tagliare il colore contrastante, e passare ai ferri circolari, iniziare a lav in tondo,mettere un segno per l’inizio del giro.
lav a m rasata fino a 10cm dalla parte superiore della banda a legaccio. .

Calotta:
ferro d’impostazione: 10dir,segno(20dir,segno) rip 4 volte,10dir.faremo delle diminuzioni in prossimità dei 5 segni che abbiamo messo.
giro 1, diminuzioni: [lav dir fino a 2 m prima del s,  ssk, passare il s,2ass al dir] rip per 5 volte,poi lav dir fino alla fine=10m diminuite.
g 2:dir.
g 3: dir.

Rip i giri 1-3 un’altra volta,quindi rip i giri 1 e 2 fino a che resteranno 30m,passando ai ferri a doppie punte (o magic loop) quando diventa necessario.

lav il giro di diminuzioni alre 2 volte=10m.
giro succ: lav le m 2 alla volta=5m.

Tagliare il filo; con un ago passarlo nelle 5m, tirare e fissare, nascondere il filo al rov.

spacer

FINITURE
Inumidire al vapore e schiacciare le spirale per renderla piatta e arrotondata.

Fissare con piccoli punti nascosti il bordo in marrone alla parte sottostante, cominciando dall’esterno fin verso il centro.

nascondere i fili sul rovescio

Read Full Post »

Come fare uno scollo a “V”:

scollo a v7da92a215colure

Lo scollo a  « V » si può fare in diversi modi:nudo (come quello della foto) , con un bordo aggiunto dopo, o lavorando ad esempio a legaccio o a p riso le 3/4 m ai lati dell’apertura centrale(in questo caso la diminuzione si farà prima del bordo sulla parte destra e dopo il bordo sulla parte sinistra).

Per ottenere lo scollo a V, si divide il lavoro a metà,si continua a lavorare con due gomitoli ,diminuendo 1m sui lati verso il centro, preferibilmente a 1 o 2 m dal bordo del centro,

esempio: su un davanti di  40m, si lavorano le prime 16m, si  fa una diminuzione sulle due m successive(1 accavallata o due m assieme ritorte), poi si lavorano 2 diritti, si lascia il gomitolo  con cui si è lavorato, con un altro gomitolo, si lavorano 2 dir dall’altro lato ,si lavorano 2 m assieme, poi si finisce il ferro.

Se avete invece previsto un bordo di 4 m ,la diminuzione la farete sulle 2m che precedono e seguono le 4 m.

Ferro succ rovescio, ferro succ, al dir del lavoro si ripetono le diminuzioni.

Si continua così fino ad avere terminato lo scollo secondo le indicazioni.

 MISURE

una lettrice del blog chiedeva di poter avere uno schema delle diverse misure, ho trovato questo sito dove trovate le diverse misure del corpo, per bambini e adulti, e poi il link ad un articolo già publicato, con le misure dei capi:

Un sito dove trovare le diverse misure del corpo,per grandi e bambini.
le misure sono quelle del corpo, quindi se dovete fare un capo, chiaramente sarà di qualche cm più largo.
 Un articolo con diverse misure di capi a seconda dell’età:http://lamagliadimarica.com/category/misure-2/
TABELLA MISURE BAMBINI  DA 0 A 36 MESI in cm:
                      torace                         vita                     fianchi
0-3 mesi:     da 41 a 43 cm            da 41 a 44      da 41 a 44

3-6 mesi:    da 43 a 45                  da 44 a 46      da 44 a 46

6-9 mesi:     da 45 a 46                 da 46 a 48     da 46 a 48
9-12 mesi:     da 46 a 48               da 48 a 49        da 48 a 49
12-18 mesi:da 48 a 50                 da 49 a 51          da 49 a 51
18 24 mesi:da 50 a 52                 da 51 a 53          da 51 a 53
da 24 a 36mesi:52                         53                      da 53 a 55

  Se le tue misure sono a cavallo tra due taglie, riferisciti a  quella più piccola per una vestibilità più aderente o quella più grande per una vestibilità più comoda. Se le misure di torace, girovita e fianchi danno come risultato taglie diverse, fai riferimento a quella  del torace.

 

Read Full Post »

Sono i ferri che come dice il nome ,hanno una punta da entrambi i lati.

9t2s000z (1)

Vi ricordo questo quadro della Madonna che sta lavorando la tunica per Gesù con i ferri a doppie punte, quindi in tondo, da QUESTO articolo

Ripropongo questo articolo del febbraio scorso, sui ferri a d punte e le calze,pensando di farvi cosa gradita,visto l’interesse che il recente articolo sui calzerotti,ha suscitato. (altro…)

Read Full Post »

http://newstitchaday.com/how-to-knit-the-single-cable-twist-button-band/

treccia su 6m: passare le succ 3m sul ferretto da trecce posto davanti, lav al dir le 3 m seguenti,poi al dir le 3 m del ferretto

Si riprendono le m lungo il davanti, 3m ogni 4 ferri, facendo in modo di riprendere un multiplo di 8m + 2.

 

How to  Knit the Single Cable Twist Button Band

 
    1. ferro 1

      (rov del lav) *2dir,6 rov” rip e finire con 2 rov.

    2. ferro 2

      *2rov,6dir,chiudere 2m,5dir”rip e finire con 2 dir.

    3. ferro 3

      *2dir,6rov, montare 2 m,6rov” rip e finire con 2 rov.

    4. ferro  4

      *2rov, treccia su 6m” rip e finire con 2 rov.

    5. ferro 5

      *2dir,6rov* rip e finire con 2 dir.

    6. al f succ si chiudono le m.

 

Read Full Post »

QUESTO VIDEO DELLA  STUPENDA ESPERANZA ROSAS:

Read Full Post »

Se dovete terminare il berretto che avete iniziato con i ferri circolari, o una  manica, vi restano poche m e non avete i ferri a doppie punte,(o non avete ancora imparato ad usarli..) e avete solo il cavetto da 40 cm,e trovate la tecnica del “magic loop”(lavorare una metà delle m alla volta ripiegando il cavo)un po’ macchinosa, eccovi un’alternativa, si possono lavorare anche poche m (e poi chiuderle con l’ago nel caso del berretto) con il l cavo da 40 cm, solo spostando tutte le m verso la punta di sinistra,poi si avvicina,tirando ,la punta di destra a quella di sinistra, cioè si avvicina il filo di lavorazione alla m da lavorare, e dopo aver lavorato un certo n di m, di nuovo si spostano le m lavorate verso la punta di sinistra e si ricomincia, ma guardate queste immagini:

https://mail-attachment.googleusercontent.com/attachment/u/0/?ui=2&ik=a4bb911dc3&view=att&th=13d357b74b24285b&attid=0.1&disp=inline&safe=1&zw&saduie=AG9B_P96LQmX6oVVGbjoSR59wp9X&sadet=1362985264531&sads=6p2TzPyOs0sDJgQLKUzBt10wLRs

(altro…)

Read Full Post »

Il mio istinto “maglieristico ” mi dice che è venuto il momento di fare un articolo che riassuma in breve,sperando di riuscirci.., le nozioni principali che la brava knitter=(colei che lavora a maglia..) deve avere, per cui stampatevi questo articolo e conservatelo con cura,assieme a quelli sui ferri circolari e a doppie pnte  che troverete a scendere subito dopo.

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.162 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: