Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘TOP DOWN ( dall’alto)-come si fa’ Category

..ci eravamo lasciate qui:http://lamagliadimarica.com/2014/03/06/il-lac-per-maschiettiparte-seconda/

E avevamo cominciato qui:http://lamagliadimarica.com/2014/03/04/il-nuovo-lac-pull-da-maschietto-con-trecce/

foto(532)

Abbiamo quindi lavorato il corpo fino a  12 cm circa, poi 3 cm di coste 2/2, ho chiuso con l’ago, a punto maglia:

foto 1

Sono andata poi a lavorare su una manica, mettendo sul ferro le m in attesa, ho lavorato a m rasata , e diminuendo 1 m ai lati del ferro , 4 volte ogni 2,5 cm circa.

foto 1(38)per calcolare  quante m diminuire verso il polso, ho preso la misura sulla parte iniziale della manica, e ho calcolato quante m avrei dovuto eliminare per raggiungere la larghezza del polsino, dividendo poi il n delle m per i cm della lunghezza della manica, ho realizzato che avrei dovuto  diminuire 1m ai lati del ferro(dopo la prima m un’accavallata, prima dell’ultima m 2 m assieme) ogni 2,5 cm circa per 4 volte(8m diminuite):

foto 3

Ho lavorato   3 cm a coste 2/2 chiudendo poi le m a punto maglia:

foto 3(20)Il lavoro è terminato:

foto 4

 

Non mi resta che fare le cuciture, del raglan ,di un fianco e dei sottomanica:foto 3(23) foto 4(20) foto 2(34) foto 1(36)

Faccio le cuciture a punto materasso,  foto 4(19)ho lasciato un’apertura di 4 cm al raglan, ho fatto un’asola volante e attaccato un bottoncino in corrispondenza.

foto 1(35) foto 2(33) foto 3(22)foto 4(18) foto 5(7)E voilà!

E poi faremo le scarpine..

Informazioni su questi ad

Read Full Post »

 

sabato 8 Marzo, festa delle donne..

Dedicato a tutte le donne, che molto spesso si dividono tra lavoro casa e figli:

regalatevi del tempo..una mezz’ora in libreria, prendete un libro, scorrete le prime righe, comprate quello che vi incuriosisce di più,

regalatevi del tempo: un quarto d’ora a scegliere un rossetto, annusare un profumo..

regalatevi del tempo: passeggiate in centro e guardate in alto..

regalatevi l’arte “della leggerezza”..

Quando in passato, affannata con casa e figli,pensavo  che mi mancasse  “il tempo” mi venivano  alla mente queste righe di Montale:

forse
ti salva un amuleto che tu tieni
vicino alla matita delle labbra,
al piumino, alla lima:
un topo bianco,
d’avorio; e così esisti!

http://www.comunitaitaliana.com.br/mosaico/mosaico11/markus.htm

.. che in fondo descrivono il mistero femminile,ciò che ci salva,  , e che Montale aveva  in parte intuito..

 

LAC: lavoriamo in compagnia, questa volta il pull da maschietto, misura 0-3 mesi; una lettrice mi chiede di aggiungere anche le misure + grandi, ricordo che il progetto LAC, dovrebbe servire ad imparare una tecnica, poi una volta imparata sarete voi a crearvi il modello che più vi piace; il topdown è tra le costruzioni di un capo, quello che più si presta all’improvvisazione; basta montare più o meno maglie per il collo e fare più o meno ferri di aumenti per i raglan, e per il resto..scatenate la fantasia..

Ora questa volta ho voluto affrontare il topdown chiuso, non un cardigan quindi, e che si può lavorare   sia con i ferri circolari che con i ferri diritti (almeno fino ad una certa misura,)e il progetto è questo:un pull chiuso con 2 trecce sul davanti;

topdown-9La spiegazione della prima parte sta qui:http://lamagliadimarica.com/2014/03/04/il-nuovo-lac-pull-da-maschietto-con-trecce/

E’ chiuso, ma per lavorarlo inizieremo dal raglan dietro la manica sinistra: per cui alla fine si farà un’unica cucitura di questo raglan e del lato sinistro del pull; vedremo poi se lasciare un’apertura al collo, con 1 o 2 bottoncini per fare passare la testa(e così abbiamo tranquillizzato la lettrice preoccupata per la testolina del bébè..)

Abbiamo montato 68m, fatto un bordo a coste 2/2,cominciando il primo ferro con 3 dir,messi i segni per i raglan come indicato nel disegno.

Un avviso: c’era un errore nel mettere i segni non avevo tenuto conto che ero su un ferro al rov del lavoro , l’ho corretto.

Abbiamo lavorato  diligentemente facendo sempe gli aumenti ai lati dei segni ,e dopo la prima m e prima dell’ultima m, 8 aumenti a ferro ,(aumenti lavorando 2 volte la m,guardare su youtube:kfb

e lavorando le trecce sul davanti:

foto(533)la prima con il ferretto da trecce posto davanti e la seconda con il ferretto posto dietro.

foto 4(18)

foto 2(33)

foto 3(22) E abbiamo lavorato fino ad una lunghezza del raglan di 10cm circa,(+ 2cm di bordo) se volete una misura + grande continuate a fare aumenti ,fino a 12 cm.

E ottenuto una larghezza di 20cm circa.

foto(534)

A questo punto si dividono le maniche dal corpo, e qui ci sono 2 scuole di pensiero:

1):ferro sul rovescio del lavoro: la parte che in questo caso vi si presenta per prima fino al primo segno, è quella di una manica, per cui mettete in attesa su una spilla, o un filo di colore diverso (per mezzo di un ago) le m fino al primo segno, (io uso i ferri circolari con il cavo da 40cm, e al posto delle punte fermo i cavi con i tappetti che nei set della Knit pro vengono forniti proprio per questo scopo  ),lavorate le m fino al secondo segno, mettete in attesa le m della seconda manica, lavorate fino alla fine:avrete sul ferro solo le m del dietro e del davanti.

Potrete poi lavorare le maniche con i ferri diritti o in tondo con i ferri circolari.

foto 1(35)

foto(536)

2): seconda scuola di pensiero: tagliare il filo alla fine dell’ultimo ferro diritto, girare il lavoro, ,ferro sul rov del lavoro, lavorare, aggiungendo il filo, le m della manica fino al primo segno, eliminare il segno, mettere in attesa le m fino al segno successivo, mettere in attesa su un’altra spilla (o lavorare con un altro gomitolo, a voi la scelta) le m della seconda manica,mettere in attesa le m fino alla fine.

Ora lavoreremo solo le m delle maniche .

ma ve lo spiego nella terza parte..

Read Full Post »

Ecco il nuovo progetto per questo lavoro da fare in compagnia:LAC.

I LAC dovrebbero servire ad illustrare delle tecniche, mentre si realizza un capo, per cui una volta capita la tecnica, di modelli realizzati con questa tecnica, ne trovate tanti ,nel blog; quindi, non ve li do in tante misure, ma in quella più piccola, per poter realizzare il progetto in breve tempo.

Siamo partite dal topdown, che per molte è ancora un oggetto misterioso, l’abbiamo fatto aperto a cardigan, ora affrontiamo quello chiuso: lo lavoriamo con i ferri diritti, ma chi vuole e lo sa fare, può ovviamente farlo con i ferri circolari.

Come al solito si parte dal campione, misurate uno scollo di un capo che già avete, fate il campione lavorando circa 30m con i ferri e la lana che avete deciso di usare, contate quante m stanno sul ferro in 10cm, e moltiplicate per i cm dello scollo; ora per determinare dove fare gli aumenti ai  raglan, si divide per 3 il n di m ottenuto: in questo caso monterò 66m, diviso 3=22, per cui il davanti avrà 22m, 22m anche per il dietro, la metà:11m e 11m per le maniche.

In questo caso, il topdown chiuso, siccome inizierò a lavorare dal raglan del dietro, dietro la spalla sinistra-per chi indossa- (nel disegno a destra c’è un segno, tanto per capirci),aggiungo 1m sia all’inizio che alla fine del ferro,che mi serviranno per la cucitura,per cui monterò 68m.

Se lo volete + grande, aggiungete 2m in più per parte, o usate ferri e lana + grossi.

topdown -9Nel disegno..(terribile, sono negata..) vedete in alto il lavoro come dovrà essere:bordo a coste al collo polsi e al fondo,2 trecce sul davanti, su 4m, con 5m rov ai lati e 2 m rov al centro.

Per cui, ferri 3-3,5(o 3,5 e 4), un ferretto da trecce, 5 segnapunti di cui 3 dello stesso colore e 2 di colore diverso.

Per cui, per una taglia 0-3 mesi, montiamo 66m+2 per la cucitura=68m, con i ferri + piccoli; il lavoro inizia dal raglan della manica sinistra, parte dietro

Faremo 4 ferri a coste 2/2(2 dir, 2 rov), iniziando e finendo con 3 dir: per cui 3 dir, 2 rov,2 dir 2 rov … e finiamo il ferro con 3 dir.

Al quarto ferro delle coste, sul rov del lavoro, mettiamo i segni, i 4 segni dello stesso colore per indicare dove faremo gli aumenti per il raglan.

Qui siamo sul rov del lavoro, per cui mettiamo un segno dopo 12 m, dopo 22 m, dopo 11 m, e finiamo il ferro lavorando le ultime 23

Al ferro successivo, sul diritto del lavoro, passiamo a ferri 3,5(o 4) e iniziamo a lav a m rasata, a fare gli aumenti, e ad impostare le trecce,( gli aumenti si faranno ,cone  l’altra volta lavorando 2 volte la m :una volta al dir, poi senza far cadere la m dal ferro, la si rilavora al dir ritorto,  dal davanti verso il dietro nella parte posteriore della maglia):

ferro 1: 1 dir, lavorare 2 v la m, 20 dir, lav 2 v la m, spostare il segno a destra,(dietro)

lav 2 v la m, 9dir, lav  2 volte la m,(manica)

spostare il segno, lav 2 volte la m, mettere un segno di colore diverso,5 rov, 4 dir, 2 rov, 4 dir, 5 rov,altro segno dello stesso col di quello precedente, lav 2 v la m,(davanti)

spostare il s, lav 2 v la m, 9 dir, lav 2 v la m, 1dir.(altra manica, ultima parte).

Questo è il ferro più importante di tutto il lavoro; poi non dovrete più fare calcoli, ma solo fare gli aumenti prima e dopo i segni.

Avrete notato che c’è un aumento dopo la prima m e prima dell’ultima, qui non vi ho fatto mettere i segni, dovete solo ricordarvi che la m dopo la prima e prima dell’ultima va lavorata 2 volte.

Il ferro succ lavoriamo le m come si presentano(ricordate che sul davanti avrete 5dir,4rov,2dir,4rov,5dir),spostando i segni quando li incontrate.

Dal ferro succ, sul diritto del lavoro, iniziamo a lavorare le trecce, che ripeteremo ogni 4 ferri:

per cui:

lavoriamo con gli aumenti fino al davanti, dopo aver passato il segno, lavoriamo 2 volte la m succ, dir fino al segno delle trecce, 5rov,poi:mettiamo 2m sul ferretto da trecce posto dietro il lavoro,, lav al dir le due m seguenti, rimettiamo sul ferro le due m del ferrretto, e le lavoriamo al dir, poi 2 rov,di nuovo mettiamo sul ferretto da trecce due m,le mettiamo davanti(oppure sempre dietro se volete fare 2 trecce con la stessa inclinazione), al dir le 2 m succ, poi le m del ferretto, 5rov, spostiamo il segno, dir fino alla m prima del segno, la lavoriamo 2 volte, ..e  si finisce il ferro, con gli altri aumenti.

Ricordate che avremo 8 m aumentate ad ogni ferro diritto.

Dopo un ferro rov, un altro ferro dir, un altro ferro rov , al f succ, ripetiamo le trecce.

Si ripetono sempre questi ferri con aumenti e trecce ogni 4 ferri, fino alla lunghezza desiderata del raglan, circa 3 cm di lunghezza.

foto 4(17)

foto 1(33)

Read Full Post »

Prima di presentarvi il prosimo  articolo sui regali di Natale e le decorazioni,  vi voglio proporre questa tecnica, in cui mi ero già imbattuta un po’ di tempo fa, ma che ora mi sembra sia giunto il momento di illustrarvi(potrei anche aprire una nuova categoria, intitolata:” questa l’ho studiata  per voi…”).

Sapete che il topdown tanto amato comporta le  maniche raglan oppure, se volete farle a giro, dovete seguire il metodo “contiguous”, un po’ complicato per molte e che non sempre da buoni risultati(la manica si arriccia ecc).

Ma che ne dite di questo? sembra l’uovo di Colombo(adoro trovare ..uova di Colombo..!)

top d man a g 17113876a63eda580d1600c8f3cc3f53

Bisognerà avere maglie “vive” sia davanti che dietro e per fare questo è necessario fare un montaggio provvisorio delle m ,iniziando ad esempio dal dietro, si lavora un terzo dell’altezza del giro manica, fino allo scollo,  si chiudono le m dello scollo e a seconda del tipo di scollo che avete pprevisto si rimontano le m per il davanti, e si lavora il davanti fino alla stessa altezza del dietro,(figura 1)  poi si riprendono le m tutt’attorno, passando dalle spalle(figura 2 e 3)  e si lavora fino alla fine degli scalfi; a questo punto si procede come nei normali topdown, o lasciando in attesa le maniche per lavorare il corpo tutt’assieme o si lasciano in attesa le m del corpo per lavorare prima le maniche.(fig.4)

Per fare  fa il montaggio provvisorio delle m, ci sono svariate tecniche, queste di Garnstudio (video muto, così non vi confondete con la lingua..)

..oppure con l’uncinetto,si fa una catenella all’uncinetto e su questa si lavorano le m, guardatevi il video, sarà un uomo a mostrarvelo..

Tutto questo lo trovate qui: http://www.knittingdaily.com/blogs/daily/archive/2011/06/13/knitting-a-top-down-sweater-with-set-in-sleeves.aspx

e il metodo è descitto nel libro di Barbara Walker:”Knitting from the top” che potrete acquistare con Amazon uk(dall’Inghilterra) a circa 29 sterline + 5 di spedizione,ma se vi accontentate di averlo usato, ne spenderete solo 20+ la spedizione:

http://www.amazon.co.uk/Knitting-Top-Barbara-G-Walker/dp/0942018095

 

Read Full Post »

cardi volant56177575_pNon sarà una classica spiegazione ma piuttosto una “ricetta” adattabile a tutte le misure.

http://www.tricotin.com/en/maillemaillemia-gilettutu.html

Ricordate come si fa un top down, vero?

Si inizia col fare un campione, (si monta un certo n dim ,diciamo 30, si lavorano per 2 cm circa poi si misura lungo il ferro per vedere quante m stanno in 10cm)si misura lo scollo e si montano le m che servono, facendo in modo di montare un n di m divisibile per 3, esempio monteremo 90m, diviso 3= 30m

Queste 30m m sono la somma delle due spalle e il resto si divide per due: una parte per il davanti e una per il dietro.

A queste  andranno aggiunte 3/4 m  ai lati se lavorerete assieme anche i bordi(come è il caso di questo cardigan), altrimenti potrete riprendere le m una volta terminato il lavoro.

per cui 90 m diviso 3=30, quello che resta, 60m saranno trenta per il dietro e 30 per i davanti(15+15) a cui aggiungeremo 3m per parte per i bordi=96m

naturalmente questo è solo un esempio.

Quindi iniziando dal collo, avete montato le m e deciso come fare il bordo:in questo della foto  è a legaccio(ma potrebbe essere a p riso, o a m rasata se si vuole che roulotti): ci sono 9 ferri di legaccio, , e 5 m di bordo e poi al primo ferro dopo il bordo mettiamo i segni e iniziamo a fare gli aumenti, lavorando 2v la m prima e quella dopo ogni segno,8 aumenti ad ogni ferro diritto,in questo modo:

17diritti(davanti sinistro).lav 2 volte la m succ-mettere un segno-lav 2 volte la m succ , 13dir(manica sinistra)-2v-s-2v- 28dir(dietro)-2v-s-2v-  13dir(manica destra) 2v-s-2v- 17dir(davanti destro)

”  SUGGERIMENTO

Trovo che 9+1 ferro del montaggio delle m, siano molti, inizierei a fare gli aumenti già nel bordo a legaccio, se si vuole fare così alto, altrimenti potrebbe” sboccare”

BORDI E ASOLE

Ricordate, che, se avete aggiunto le m per fare i bordi,le dovrete sempre lavorare come avete scelto di farle, in questo caso, a legaccio, e di fare le asole:la prima dopo 1 cm dal collo:quando restano 4 m alla fine del ferro sul dir del lavoro, (davanti destro)lav 2 diritti assieme, 1 gettato e 2 diritti.(nel caso di un topdown da femmina, come in questo caso, altrimenti le faremo all’inizio del ferro diritto).

da ripetere ogni 4 cm circa. “

Continuando con la spiegazione del nostro topdown,si lavora a m rasata facendo gli aumenti ad ogni ferro dir, fino a quanto si vuole che sia lungo lo scalfo, poi si divideranno le maniche dal corpo:o le lavorate subito ,prima una e poi l’altra)o le lasciate in attesa su un filo e le lavorate dopo avere lavorato il corpo.

ALLARGARE IL CORPO:aggiungere maglie al sottomanica

Anche se avete raggiunto la lunghezza dello scalfo che ritenete giusta(8cm per neonato,10cm per 3/6 mesi,12 cm per un anno, 15cm per 2 /3 anni, 18cm 3/4 anni..ecc)

non è detto che la LARGHEZZA  del dietro-davanti  sia quella giusta, magari ,dopo aver preso le misure,potrete trovare che il dietro sia stretto, allora è il momento in cui si possono aggiungere delle maglie,ora o..mai più!

.Dopo che avrete lavorato il davanti sinistro, e avrete messo in attesa le m della prima manica, montate sul ferro di destra, di seguito al davanti appena lavorato, un certo n di m nuove,(facendo un gettato ritorto) poi lavorate il dietro, mettete in attesa la seconda manica, e montate al secondo sottomanica lo stesso n di m.,poi finite lavorando il davanti destro.

Attenzione però, perchè lo stesso n di m dovrete montarlo ai lati delle maniche:esempio, avete aggiunto 6m al sottomanica, quando rimetterete sul ferro le m della prima manica, aggiungete alla fine del ferro 3 m, poi girate il lavoro sulla manica e aggiungete lo stesso n di m alla fine del ferro successivo, poi al momento di cucire il sottomanica cucirete queste m aggiunte a quelle aggiunte al sottomanica, questo se lavorate con i ferri diritti, con i ferri a doppie punte invece, o circolari, non è necessario aggiungere m alle maniche, basterà riprendere lo stesso n di m al sottomanica ,cosa che non potete fare con i ferri diritti.

Un po’ ..prolissa  , ma lo ritenevo necessario a completare la spiegazione.

ora vi ho detto preticamente tutto (quasi tutto..) quello che c’è da sapere sul cardigan topdown..!

lavorate il corpo per la lunghezza che deciderete(ma considerate che avete i volants, quindi non fatelo troppo lungo), poi:

a)-con il primo colore,quello con cui avete lavorato il corpo,fate 8 ferri a legaccio, quindi al f succ, raddoppiate il n delle m ,lavorando ogni m 2 volte, lav su tutte queste m ottenute per 12 ferri a m rasata, poi chiudete al rov ma lavorando diritto..

b)-Con il secondo colore riprendete le m sul rovescio dell’ultimo ferro della banda a legaccio, lav a m rasata per 10 ferri, poi 8 ferri a legaccio, raddoppiate il n delle m, poi altri 12 ferri a m rasata e ,chiudete al rov ma lavorando diritto
c)-con il terzo colore,riprendete le m sul rov del lavoro dall’ultimo ferro a legaccio del col precedente., lav 10 ferri a m rasata, poi 8 ferri a legaccio, al f succ raddoppiate le m, 12 ferri a m rasata e al f succ chiudete ssul rov del lav ma lavorando dir.

se non avete ancora lavorato le maniche, fatelo ora, con i 4 ferri o con i f circolari, ma anche con i ferri diritti, farete un po’ di fatica nei primi ferri, ma ci si riesce..parola di ..Marìca!

lavorate le maniche quindi, dinimuendo 1m ai lati del ferro ogni 3/4 cm fino ad avere l lunghezza desiderata e terminate sempre a legaccio.(che nel circolare si lavora così;2 giri dir,2 giri rov 2 giri dir e 1 giro rov, poi chiudere.)

5617736456174095

Read Full Post »

http://p2.storage.canalblog.com/22/76/675258/53874270.jpg

mi ha scritto CECILE, l’autrice del blog, felicissima di aver “scavalcato le Alpi” con i suoi modelli!

che bello vedere persone che condividono lo spirito del blog, la condivisione appunto.

basta mettere il link.. a buon intenditor poche parole… (altro…)

Read Full Post »

http://www.lionbrand.com/patterns/80983AD.html

Niente di che, questo cardigan. ma è BASICO, cioè è un modello semplice(arricchito solo dal colletto) da cui partire per imparare a fare il topdown.

poi vi viene dato in misure dalla nascita a 4 anni e anche con ferri grossetti, per cui si finisce in un attimo.

Potrete poi con poco arricchirlo di punti diversi(man mano che diventerete più brave)

Ho letto da qualche parte, a proposito della lavorazione topdown, che “ASSOLUTAMENTE CI VOGLIONO I FERRI CIRCOLARI”,

beh, non è vero..

Nel caso di un top down misura adulti , quando con il succedersi degli aumenti ci si ritrova ad avere sul ferro molte maglie, può essere consigliato usare i ferri circolari, ma esistono anche ferri lunghi fino a 60 cm.(scomodissimi ..)

Anche nel caso di un pullover chiuso si possono usare i ferri diritti, basta lasciare aperto un lato e cucirlo alla fine, con qualche accorgimento; il modello che ho messo in vendita per Cavezzo, ne è la prova, e vi spiega come si fa.

Ma ora procediamo

Inizia dal colletto, che è lavorato a punto riso , finito il colletto, vi farà fare un bordino di unione tra colletto e corpo del cardigan,con  ferro di diminuzioni, come per creare un’arricciatura, lavorando le m due alla volta, poi, dopo 3 ferri a m rasata, vi fa lavorare le stesse m ,ognuna 2 volte(una davanti e una dietro), tornando ad avere lo stesso n di m iniziale.

Se non volete il colletto, cominciate dal collo, quando dice:52m(58-64-70-76) , fate un bordo come volete: 4 ferri a p riso o legaccio o a coste, oppure niente, dipende dalla vostra fantasia e poi procedete come indicato con gli aumenti dei raglan.

Al ferro successivo monteremo 4m ai lati del ferro che saranno i bordi del cardigan e andranno lavorati a p riso.

Poi cominceremo la lavorazione topdown, per cui:

ferri 4,5

misure:0-6 mesi (6-12 m , 12-18 m , 2-3 anni, 4 anni)
circonferenza del capo finito1 47 (51, 56, 59.5, 63.5) cm senza i bordi davnti

COLLETTO

Montare 51m (57, 63, 69, 75) ,lavorare a punto riso per  5 (5, 5, 6.5, 6.5) cm. 

COLLO
Ferro 1(diritto del lavoro): lav 4m a p riso, (lav 2 m assieme) fino alle ultime 5m,1dir, lav 4m a punto riso – 30 (33, 36, 39, 42) m
Ferri 2-4: sempre lavorando 4m ai lati, a p riso,lav 3 ferri a m rasata rov  (rov sul dir del lavoro, dir sul rov del lavoro).
Ferro 5: lav 4m  a p riso, lav 2v ogni m al rovescio, fino alle ultime 4m,che lavorerete a p riso – 52 (58, 64, 70, 76) m.

montare   nuove m alla fine  del ferro
 CORPO

Dal ferro succ inizieremo a mettere i segnapunti(S) e contemporaneamente a fare gli aumenti per i raglan, aumenti che faremo con un gettato:8 aumenti a ferro):
ferro 6 (dir del lavoro):lav a punto riso  le prime 4m (quelle montate  alla fine del ferro precedente) per il bordo del davanti,8dir(9-10-11-12),1 gettato,1 dir,S(segno),1dir,1gett,6dir(7-8-9-10),1gett,1dir,S, 1dir,1gett,16dir(18-20-22-24),1gett,1dir,S,1dir,1gett,6dir(7-8-9-10),1gett,1dir,S,1dir,1gett,8dir(9-10-11-12),montare 4 m per il bordo=68m(74-80-86-92).
ferro 7: 4riso,lavorare a rovesciofino alle ultime 4m, passando i segni dal ferro sinistro al destro mano mano che li incontrate e terminare con 4 riso.
ferro 8: 4riso, *diritto fino a 1m prima del S,1 gett,1dir, passare il S,1 dir, 1 gett *ripetere ciò che sta tra gli asterischi altre 3 volte, poi dir fino alle ultime 4 m che lavorerete a p riso= 76 (82, 88, 94, 100) m.
ferro 9: Rip il ferro 7.
Ripetere gli ultimi 2 ferri altre  11 (12, 13, 14, 15)volte=– 164 (178, 192, 206, 220)m.
DIVISIONE DELLE MANICHE DAL CORPO

DIRITTO DEL LAVORO:lavorare 26 (28, 30, 32, 34) m come stabilito per il davanti sinistro e mettere queste m su una spilla in attesa,lav le succ 34 (37, 40, 43, 46)m per la prima manica (non metterle in attesa); lav le succ. 44 (48, 52, 56, 60)m per il dietro e metterle in attesa,;lav le succ 34 (37, 40, 43, 46) m per la seconda manica e metterle in attesa,; lav le rimanenti 26 (28, 30, 32, 34) m e metterle in attesa.

NOTA- io le m le lascio in attesa sul ferro circolare, che ha due punte, per cui al momento di tornare a lavorare le m del corpo, sono già pronte e nel verso giusto.

Tagliare il filo.

MANICHE
Al rov del lavoro torniamo a lavorare le m lasciate sul ferro della prima manica,lavorare a m rasata diminuendo 1m ai lati del ferro, ogni 4 ferri(4-6-6-6-) per 4 volte(4-4-5-6)=26m(29-32-33-34)

lav fino a 11cm(12,5-15-20,5-23) 8dall’ascella) e finire al rov del lavoro.

Fare 4 ferri a p riso e chiudere(sempre lavorando a p riso)

Tagliare il filo, tornare a lavorare sulle m lasciate in attesa della seconda manica e completarla come fatto con la prima.

CORPO

Ora sono rimaste sulle spille solo le m del corpo:96m (104, 112, 120, 128) le trasferiamo sul ferro,  e le lavoriamo come stabilito fino a  9.5cm (11.5, 12.5, 14.5, 16.5)dal punto di unione, passiamo a lavorare a punto riso e facciamo 4 ferri a p riso poi chiudiamo sempre lavorando a p riso.

FINITURE

Fare le cuciture dei sottomanica.

LACCETTI

Tagliare un filo lungo 3m, e passarlo attorno una maniglia della porta dividendolo in due, arrotorarlo girandolo fino a che tenderà ad arrotolarsi su se stesso, toglierlo dalla maniglia e unire i capi lasciando che finisca di arrotolarsi, annodare i capi efissare passare il cordoncino ottenutoad un angolo,farne un altro.

OPPURE.fare un i-cord con i ferri a doppie punte, riprendendo 3/4 m direttamente dall’angolo del colletto(vedere spiegazione dell’icord nelle categorie del blog(.

Read Full Post »

Older Posts »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.572 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: