Feeds:
Articoli
Commenti

20120814-131132.jpg

Piccola quando non la usate, grande quando la riempite.

La usava mia madre, …molti anni fa

Ma saràdivertente farla magari anche da regalare, e di tanti colori, quando ci avrete preso la mano.
Ferri 4 e 10
Lunghezza circa 38 cm. Senza i manici
Con i ferri 4 montare 24 m,lav 5 ferri diritti( il primo ferro è sul rov del lavoro)
F succ- lav ogni m 3 volte:1 al dir, 1 al rov,e 1 al dir=72 m.
Cambiare con i f 10 e proseguire in questo modo:
Ferro 1- rov del lavoro- pass 1 m,rov fino alla fine.
Ferro 2- pass 1 m,”2ass al dir, ma senza far cadere le m dal ferro lavorarle ancora sempre due assieme ma ritorte,poi farle cadere dal ferro,” rip fino all’ultima m,1 dir.( praticamente lavorando due m assieme, ne resterebbe una, ma le rilavoriamo  sempre due assieme ma ritorte, cioé prendendole da sotto il ferro, sempre dal davanti verso il dietro, per cui torniamo ad avere due m
Ferro3- pass 1 m, rov fino alla fine
Ferro4- ,pass1 m,1 dir e poi cont come il f 2 e finire con 2 dir
Ferro5 come il f3
Rip sempre i ferri dal 2 al 5i ferri fino a45 cm finendo con un f rov.
Cambiare con i ferri piccoli e continuare in questo modo:
F succ dir del lavoro- lav 3 m assieme al dir per 24 volte=24 m.
Lav 5 ferri diritti, poi chiudere.
Manici
Al dir del lavoro con i ferri piccoli riprendere e lav al dir 30 m lungo un lato , montare di seguito 80 m=110 m in totale.
Lav 6 ferri diritti, chiudere lavorando diritto.
Ripetere sull’altro lato per il secondo manico
Cucire il latDeli ogni  manico alla borsa.

Read more at http://www.favecrafts.com/Knit-Bags/Thrifty-Market-Bag-

VESTIAMO..GLI INFANTI!

20120804-075134.jpg
Misure 6-12-18 mesi

Misure berretto -Small-medium- large

Circonferenza coprifasce-55(60-66) cm

Lunghezza 22(24-26)cm

Ferri-4,5 +1 ferro per attesa

Nastro

Campione-20mx10 cm

2 segnapunti

4 bottoni

SPIEGAZIONE
Si lavora in un unico pezzo dal basso fino agli scalfi, si lascia in attesa il lavoro, si lavorano le maniche e si procede alla lavorazione del corpo inserendo le maniche.

Con i ferri4,5 montare 110(121-132) m.

Lavorare a legaccio(tutti i ferri diritti) fino a 12(12,5-14) cm,finendo sul rovescio del lavoro.

Divisione davanti dietro

Al f succ:

26 dir(29-32) per il davanti destro,chiudere 6 m(per gli scalfi), lavorare 46(51-56) dir per il dietro,chiudere 6 m(scalfo),26(29-32)dir per il dav sinistro.

Lasciare queste m in attesa e lavorare le

maniche

Montare 22(28-30) m,lav a legaccio aumentando una m ai lati( all’ interno di una m) ogni 16(8-10) ferri per 2(5-5) volte=26(38-40) m.

Lavorare fino a 12(15-17,5) cm.finendo sul diritto del lavoro.

Chiudere 3 m all’inizio dei succ due ferri,lasciare le m su due ferri in attesa.

Inserimento  delle maniche

Al rov del lavoro fare un ferro rovescio sulle m del corpo, in questo modo:

Lav al rov  le 26(29-32) m del dav sinistro,inserire le 20(32-34) m della prima manica,lavorare di seguito le 46(51-56) m del dietro, inserire la seconda manica e poi lavorare  il dav destro= 136(172-186) m.

Ferro 1-al dir del lavoro,lavorare diritto.

Ferro2-8 dir(9-8),”2ass al dir,5dir(6-6)” ripetere quello che è tra virgolette,per 17 volte(19-21), poi fare :2ass al dir,7 dir(9-8)=118 m(152-164).
Ferro 3-asola-2rov(2-3) ,1 gett,2 ass. al rov,rov fino alla fine.
Ferri 4 e 5 al dir.
Ferro 6 rov

Ferro7 dir

Ferro 8-7 dir(8-7),”2ass al dir,4 dir(5-5)” rip per 17 volte(19-21),7 dir (9-8)= 100 m(132-142).

Ferro 9- fino al ferro 13- ripetere i ferri dal 3 al 7 ma senza le asole.
Ferro 14-7 dir(8-7),”2 ass al dir,3 dir(4-4),” rip per 17 volte(19-21),2 ass al dir,6 dir(8-7)=82 m(112-120).
Ferro 15-19 rip i ferri 3-7.

Ferro 20-6 dir(7-6),”2ass al dir,2 dir(3-3)” rip per 17 volte(19-21),2 ass al dir,6 dir(8-7)=64 m(92-98)

Ferro 21- fino al f 25 rip i ferri dal 3 al 7 senza asole.

Ferro 26-6dir(7-6),”2ass al dir, 1 dir(2-2)” rip per 17 volte(19-21),2 Ass. Al dir,5 dir(7-6)=46 m (72-76).
Solo per le misure 12-18 mesi

Ferro 27- fino al f 31- ripetere i ferri  dal 3 al7
Ferro 32-6 dir(5)”2 ass al dir,1 dir” rip per 19(21) volte,2ass al dir,7(6) dir=52(54) m.
Per tutte le misure lav 1 ferro diritto

F succ-asola- lav dir fino alle  ultime 4 m(4-5),2 ass al dir,1 gett,2 dir(2-3).

Lav 3 ferri diritti poi chiudere
Finiture

Cucire i fianchi e i sotto manica,attaccare i bottoni.

CUFFIA

montare 51(61-67) m

Ferro1 ( rov del lavoro)-dir

Ferro2 rov

Ferri 3-4 dir

Ferro 5 rov

Ferro 6 dir

Ferri dal 7 al12- rip i ferri da 1a6

Continuare a lav a legaccio fino a 7,5(9-10) cm finendo al rov del lavoro
Pannello posteriore

Chiudere 19(21-23) m all’ inizio dei succ 2 ferri,continuare a lav per altri 9(10-12) cm  finendo al rov del lavoro,poi chiudere.

Ripiegare la cuffia e cucire i lati del pannello centrale con i laterali.

Al diritto del lavoro, riprendere e lavorare al diritto 45(55-61) m lungo la base del berretto(attorno al collo), lavorare 4 ferri a legaccio poi chiudere.

Tagliare due pezzi di nastro e ,dopo averli piegati a metà,cucirli agli angoli, cucirci sopra la cucitura una rosellina.http://www.favecrafts.com/Knitting-for-Baby/Ribs-All-Around-Baby-Jacket-and-Bonnet-from-Red-Heart/ct/1#QOkRP1pUo8dHszSK.99

ORIGINALE

Cardigan directions are for size 6 months; changes for sizes 12 months and 18 months are in parentheses.
Bonnet directions are for size Small; changes for sizes Medium and Large are in parentheses.
Finished Chest: 22 (24, 26½)”.
Finished Length: 8¾ (9¾, 10¼)”.

MATERIALS:

  • RED HEART® “Smoothie™” 3.5 oz (100 g), 218 yd (200 m) balls:
    Cardigan: 2 balls 4390 White;
    Bonnet: 1 ball 4390 White
  • Circular Knitting Needles: 4.5mm [US 7] 29”
  • Knitting Needles: 4.5mm [US 7]
  • Spare knitting needle
  • Stitch holders (2)
  • Yarn needle
  • 4 buttons
  • Silk ribbon
  • Silk rosette
  • Schematic

GAUGE: 20 sts = 4”; 40 rows = 4” in Garter st.
CHECK YOUR GAUGE. Use any size needles to obtain the gauge.

Notes
Jacket is worked back and forth in rows. Circular needles are used to accommodate large number of stitches. Back and Fronts are worked in one piece to the armholes, then joined with sleeves to work yoke.

INSTRUCTIONS:
JACKET
Body

With circular needles, cast on 110 (121, 132) sts.
Work even in Garter st (k every row) until piece measures 4¾ (5, 5½)” from beginning, end by working a wrong side row.
Divide for Fronts and Back
K26 (29, 32) sts for Right Front, bind off 6 sts, k46 (51, 56) sts for Back, bind off 6 sts, k26 (29, 32) sts for Left Front.
Place all sts on a spare needle.
Sleeves (make 2)
With knitting needles, cast on 22 (28, 30) sts.
Begin Garter st and shape sleeve by inc 1 st at beginning and end of every 16th (8th, 10th) row 2 (5, 5) times–26 (38, 40) sts.
Work even until piece measures 4¾ (6, 7)” from beginning, end by working a right side row.
Bind off 3 sts at beginning of next 2 rows. Place remaining 20 (32, 34) sts on holder.
Shape Yoke
With wrong side facing and circular needles, p across sts left waiting on spare needle and holders as follows: 26 (29, 32) sts from Left front, 20 (32, 34) sts from Left Sleeve, 46 (51, 56) sts from Back decreasing 2 (1, 2) sts evenly across, 20 (32, 34) sts from Right Sleeve, 26 (29, 32) sts from Right Front–136 (172, 186) sts.
Row 1 (Right Side): Knit.
Row 2: K8 (9, 8), [k2tog, k5 (6, 6,)] 17 (19, 21) times, k2tog, k7 (9, 8)–118 (152, 164) sts.
Row 3 (Buttonhole Row): P2 (2, 3), yo, p2tog, p to end.
Rows 4 and 5: Knit.
Row 6: Purl.
Row 7: Knit.
Row 8: K7 (8, 7), [k2tog, k4 (5, 5)] 17 (19, 21) times, k2tog, k7 (9, 8)–100 (132, 142) sts.
Rows 9 – 13: Repeat Rows 3 – 7, omitting buttonhole.
Row 14: K7 (8, 7), [k2tog, k3 (4, 4)] 17 (19, 21) times, k2tog, k6 (8, 7)–82 (112, 120) sts.
Rows 15 – 19: Repeat Rows 3 – 7.
Row 20: K6 (7, 6), [k2tog, k2 (3, 3)] 17 (19, 21) times, k2tog, k6 (8, 7)–64 (92, 98) sts.
Rows 21 – 25: Repeat Rows 3 – 7, omitting buttonhole.
Row 26: K6 (7, 6), [k2tog, k1 (2, 2)] 17 (19, 21) times, k2tog, k5 (7, 6)–46 (72, 76) sts.
For sizes 12 and 18 mos only
Rows 27 – 31: Repeat Rows 3 – 7.
Row 32: K6 (5), [k2tog, k1] 19 (21) times, k2tog, k7 (6)–52 (54) sts.
For all sizes
Knit 1 row even.
Next Row (Buttonhole Row): K across row to last 4 (4, 5) sts, k2tog, yo, k2 (2, 3).
Knit 3 rows even. Bind off.
FINISHING
Sew sleeve and side seams. Sew on buttons to correspond to buttonholes.

INSTRUCTIONS:
BONNET

With circular needles, cast on 51 (61, 67) sts.
Row 1 (Wrong Side): Knit.
Row 2: Purl.
Rows 3 and 4: Knit.
Row 5: Purl.
Row 6: Knit.
Rows 7 – 12: Repeat Rows 1 – 6.
Work even in Garter st (k every row) until piece measures 3 (3½, 4)” from beginning, end by working a wrong side row.
Back Panel
Bind off 19 (21, 23) sts at beginning of next 2 rows–13 (19, 21) sts. Continue even for 3½ (4, 4½)”, end by working a wrong side row. Bind off.
FINISHING
Fold bonnet in half and sew seams on each side of center back panel.
With right side facing, pick up and k45 (55, 61) sts across lower edge of bonnet. Work 4 rows in Garter st. Bind off.
Cut 2 lengths silk ribbon and sew one to each side, folding cut end under twice. Attach ribbon rosette as desired.

Read more at http://www.favecrafts.com/Knitting-for-Baby/Ribs-All-Around-Baby-Jacket-and-Bonnet-from-Red-Heart#g7el6bKoc6kmQxEf.99

NEWS DA CAVEZZO

Scrive Lara ,ritornata a Cavezzo dopo il terremoto(ha 3 bambini di cui uno di 3 mesi):

Ciao marica, ti scrivo di nuovo dopo essermi data tanta da fare qui a casa a cavezzo, e…..mi sono pure rotta un dito del piede! Che gioia, non mi manca piu niente…. Vabbe’ lasciamo perdere, vado al sodo. Vorrei raccontarti cosa ho visto in questi giorni.
La situazione qui a cavezzo procede verso la ricerca della normalita’, ma la strada e’ancora lunga…. Il paese sembra quasi deserto, forse anche complice questa calura implacabile. I pochi ragazzi a casa sono in campagna per la raccolta delle pere, ci sono quasi piu extra comunitari, anche se pure molti di loro sono tornati nei loro paesi di origine. Credo che solo a settembre si potra’ valutare quanti cavezzesi siano realmente rimasti, che non siano scappati via di sana pianta, trasferendosi altrove per qualche anno…. Alcuni servizi comunali sono rientrati nei loro uffici, i bambini e i ragazzini proseguono il centro estivo nei due grandi parchi, le aziende che hanno potuto organizzarsi un minimo, sono al lavoro sotto grandi tendoni bianchi. I medici e le due pediatre sono al lavoro dentro container modulari, che dentro sono dipinti a colori vivaci. I negozianti fanno come possono, c’e’ chi si e’ trasferito nel garage di una vicina( dato che oltre al negozio “preso in ostaggio” dal campanile ancora pericolante) ha inagibile pure casa propria, chi con un gazebo apre due mattine a settimana solo al mercato, c’e’ chi ancora non ha riaperto, chi , ancora, divide il negozio con un altro che ha perso il proprio…. Come vedi esiste un’ampia variabilita’ di situazioni, ma tutti, ripeto TUTTI si sono rimboccati le maniche. Dicono che sia questo che caratterizza noi emiliani, questo nostro rialzarci e darci da fare anche nella solitudine…. In realta’ qui ci aiutiamo tutti in un modo o in un altro, senza stare ad aspettare la manna dal cielo o i soldi dalla capitale, che pure servono e ce ne vogliono tanti….non metto cifre, in rete ci sono tutte.
Personalmente, mi sento fiera di appartenere a questa gente. Vedere tutto questo gran daffare e’ confortante, aiuta a sentirsi parte di qualcosa di piu’ grande, che va avanti nonostante le difficolta’. nonostante la strada sia cambiata, il cammino prosegue…
Il mio dito rotto e steccato e’ davvero un piccolo male minore…
Ma veniamo al nostro bel progetto
Sono d’accordo con quanto hai pensato e deciso, sia per il mercatino di fine settembre a roma(al quale spero di poter partecipare) che eventualmente per altri mercatini in giro per l’italia (bello se ci fossero anche botteghe equo solidali, ce n’era una anche a cavezzo, ora chiusa perchè è sotto il campanile, o quelli di economia di comunione che conosco). A tutti, come hai gia’ fatto tu, chiedo la massima trasparenza: solo in questo modo saremo realmente credibili, e chi compra potra’ sapere, se vuole , dove sono finiti i soldi e a cosa sono serviti. L’ idea di fotografare ogni capo messo in vendita e tenere nominativi delle artigiane, ammesso che non desiderino l’anonimato, puo’ essere l’unico modo per evitare che malintenzionati facciano la stessa cosa ma per guadagnare per loro stessi. E poi, ci fidiamo l’una dell’altra, con grande semplicita’.
Da parte mia, ho gia’ diversi contatti per l’utilizzo del ricavato. Ci sono diverse famiglie che hanno necessita’ per i loro bimbi, e oltre a quelle che io e mio marito conosciamo personalmente, abbiamo informato dell’iniziativa la moglie del comandante dei carabinieri e la nostra pediatra, che hanno una chiara visione della situazione. Spero che condividiate anche voi. le istituzioni fanno del loro meglio, noi facciamo la nostra parte “dal basso”, aggiungendo una goccia all’altra… come diceva madre teresa di calcutta Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno.
Che altro…. I cartellini ci verranno forniti gratuitamente da un’azienda di carpi, ho appuntamento il 20agosto per definire la cosa. Una volta pronti (quanti ne dovranno stampare lo vedremo ) li spediro’ a te.
L’associazione di volontariato di cui faccio parte, L’ARCA DELLE MAMME ONLUS puo comparire anche come collaborazione, a maggior garanzia dell’iniziativa benefica. ci occupiamo di sostegno all’allattamento materno, credo ci stia che in una situazione di emergenza come questa, l’Arca si muova in questa direzione per aiutare in un modo anche differente le madri. possiamo utilizzarne il logo, che pure è molto semplice…
ultima questione, quella dei soldi. se alcune tue lettrici desiderano donare soldi, credo vada bene ugualmente, è importante che ciascuno dia liberamente quello che vuole o che può. secondo me la cosa migliore è che tu li raccolga, e che siano “registrati” come donazione a favore del nostro progetto. per maggiore semplicità di gestione e di utilizzo, cosa ne dici? se la “cassa” è unica, e anche i tempi non vengono spezzati tra ora e e fine settembre, tutto risulta più chiaro e semplice.
per chi proponeva di raccogliere materiale per la scuola, il comune vaglierà precisamente ciò che già è stato donato a settembre, se ci fossero necessità precise posso farvelo sapere più avanti. idem per la scuola materna, presso la quale ho lavorato fino a prima della nascita di matteo.
per i vestiti usati ma in buono stato da bimbi, che dire, necessità ce ne sono ancora, forse maggiormente se pensiamo che arriverà il brutto tempo e il freddo….
potremmo fare così: se qualcuna volesse mandarne, potrebbe scrivermi direttamente una mail, con indicato se da bimbo o bimba, e indicativamente l’età, così poi potrebbe spedirmeli solo se ce ne fosse reale bisogno (ma tra conoscenti, amici, gente senza più niente, la caritas, il servizio avvoglienza alla vita, gli scout e la parrocchia di certo troveremmo a chi darli!)
grazie marica, io non ti ringrazierò mai abbastanza, ma prego che prima o poi, qualcuno se non io ti renderà il bene che stai facendo a noi….
un abbraccio”
Nota di Marica:
Se qualcuno volesse inviare danaro(e vi fidate ..)potrei aprire un conto intestato a :”un aiuto per Cavezzo”, che ne dite?
Allego anche l’indirizzo email di Lara
sabbatini.lara@libero.it

1208href=”http://marizampa.files.wordpress.com/2012/08/20120812-120941.jpg”>20120812-120941.jpg

20120812-120851.jpg

20120812-121440.jpg
Vorrei inaugurare con questa vestina azzurra, un topdown con motivo , una nuova iniziativa di questo blog, quella della vendita di modelli personali, che potrete scaricare, previo pagamento via paypal.
( ma continuerò a pubblicare i modelli free, non preoccupatevi..!)
Per cui , mentre io metterò a punto la cosa, procuratevi un account paypal, si fa in un attimo, andate sul sito,gli  date il n di una carta di credito ( anche di una prepagata)vi munite di una password e ogni volta che vorrete fare un acquisto, basterà cliccare sull’opzione paypal, digitare la password, e qualche secondo dopo il modello risulterà scaricabile.
Per chi non lo conoscesse questo sistema si usa oramai da tempo per acquistare qualunque cosa on line, è molto più sicuro( solo paypal conosce il n della vostra carta che comunque potrà essere una prepagata),non costa nulla( a chi compera, da chi vende si trattengono una piccola commissione) e oltretutto si fanno garanti dei vostri acquisti.
Questo primo modello , misura da 12 mesi a 4 anni sarà scaricabile presto, e il ricavato andrà INTERAMENTE A CAVEZZO !
Questa volta non indicherò il costo, l’offerta è libera, e pubblicherò poi quanto avremo raccolto.
Il capo finito invece o uno simile, potrà essere anch’esso venduto, magari mettendolo all’asta, e il ricavato sempre a Cavezzo.
Che ne dite?
Fatemi sapere le vostre impressioni.

Ricevo continue adesioni all’iniziativa di aiuti per Cavezzo:”Ciao Marica
ho letto con molto piacere di questa iniziativa ,in questo periodo sono in negozio a tempo pieno e non ho molto tempo per i ferri ,però nei tempi morti riesco a cucire ,per questo motivo volevo chiederti ,se potevo realizzare delle trapuntine ,con i tessuti nuovi per bimbi appena arrivati , la mia titolare mi ha già regalato tutto il materiale io devo solo cucire . fammi sapere ,
Buone vacanze
Ivonne”
Riassumo brevemente per chi..si collega ora:
Tutto è partito da una email di Lara Sabbatini, una lettrice di Cavezzo, uno dei paesi che maggiormente ha avuto danni dal terremoto di quest’anno, Lara , mamma di tre bambini scrive che finalmente tornerà a casa, nonostante in paese si sia ancora fatto ben poco e gli aiuti arrivano con il contagocce, e in paese c’è gente che ha perso tutto, il lavoro e la casa.
Allora mi è venduta l’idea di sollecitare le lettrici a fare capi per bambini che poi provvederemo a vendere e invieremo il ricavato a ch’io più ne ha bisogno a Cavezzo, e lo faremo direttamente, nel modo più trasparente possibile.
Se leggete indietro ci sono sia le email di Lara che le mie risposte e i commenti di tante a cui l’iniziativa è piaciuta.
Lara sta cercando di farsi fare dei cartellini con un logo che attaccheremo ai piccoli capi in vendita, per cui ho invitato chi vuole darsi da fare, ad inviarmi i capi dall’inizio di settembre, e ,e cercherò di venderli in uno dei tanti mercatini della capitale.
Per cui chi vuole darsi da fare,si metta sotto, anche una piccola cosa, delle scarpine, un golfino, dei berretti, insomma tutto quello che vi viene meglio, verrà messo sul mercato, io provvederò a fotografare tutto e li metterò in un articolo,. E naturalmente renderò conto della vendita.
Ivonne vuole fare delle copertine imbottite, poi dal Belgio verrà un orsacchiotto…
Poi, tutto ciò che non si riuscirà a vendere, potrei venderlo dal blog.
Vorrei poi creare un pò di pubblicità attorno all’iniziativa,per cui chi avesse gli strumenti per farlo, ci dia una mano.
Proprio questa mattina mi sono sentita al telefono con Lara,e mi ha detto che contatterà la pediatra del paese per sapere quali sono le famiglie che più hanno bisogno di un aiuto, che so, una carrozzina o quant’altro.
Naturalmente se qualcuna volesse fare una raccolta e successiva vendita dove vive, ben venga, ce lo faccia sapere e manderemo i cartellini con il logo:”un golfino per Cavezzo”, con la preghiera di usare la stessa trasparenza che vogliamo garantire noi.

Vi scrivo di nuovo le mie..coordinate:

Email: cmzamperetti@gmail.com
Tel 3386534780

Mi scrive Lara Sabatini:
“.ho sempre fatto la maestra al nido o alla materna, sono sempre stata in mezzo ai bimbi, e con grande piacere e soddisfazione.
ho fatto volontariato, prima in croce blu, poi in una onlus di sostegno all’allattamento materno, tra pari, quel che si chiama peer counsellor. oramai sono 10 anni, vedo le madri con qualche difficoltà e do loro le informazioni corrette e le seguo finchè tutto si sistema.lavoro in empatia e curando in modo particolare l’empowerment delle mamme. una meraviglia. poi tra gravidanza, Matteo e terremoto mi sono giocoforza fermata, si vedrà in futuro….

vado a preparare un po di valigia per il piccolo, tra poco si parte….ho lo stomaco in gola….sperem ben!”
Speriamo di avere Lara quando si farà il mercatino alla fine di settembre.
Stiamo preparando un logo che sia il simbolo di questa iniziativa, da applicare sia ai capi che ad eventuali striscioni per pubblicizzare il banco .e solo chi avrà questo logo potrà vendere o raccogliere fondi per l’iniziativa.
Se volete inviare i vostri capi mandateli a me ma dalla fine di agosto, perchè ora sono fuori casa e non c’è nessuno per ritirarli.
cmzamperetti@gmail.com
Tel 3386534780

chiamatemi o scrivetemi e vi darò il mio indirizzo.
Per rendere trasparente al massimo tutta l’operazione vorrei fotografarli e pubblicarli come anche pubblicherò il risultato della vendita.

http://www.ravelry.com/groups/contiguous/pages/Contiguous-Mini-Sampler-KAL  ..se già a molte non era risultato di facile comprensione il topdown ,immagino che questo metodo in cui si fanno ,nel topdown le maniche a giro, risulterà ancora più difficile. L’ ho scoperto in un modello che ho comperato(e che quindi non posso pubblicare,)ma se volete vederlo e anche acquistarlo, lo trovate in Ravelry e si chiama :”Sweet poppy”di Elena Nodel,autrice anche di tanti altri modelli , sempre in vendita e molto carini. Nel modello che ho acquistato l’autrice,Elena Nodel, fa riferimento a chi ha inventato la lavorazione delle maniche a giro nel topdown:Susie Myers:”contiguous set in sleeves” e l’autrice molto generosamente mette a disposizione di tutti il suo metodo. Nel sito di Susie, c’è l’elenco delle traduzioni ma non c’é quella in italiano, per cui ho scritto offrendo la mia collaborazione per la traduzione in italiano.mi è giunto l’ok scritto di Susie per la traduzione in italiano che vi allego:

re: Translation okay
Sent at 5:07 PM August 8, 2012
Yes, it is okay to do a translation.
You can send a PDF file to my email address
susie_m@iprimus.com.au
and I will add it to the list of translations too
Ciao

, manderò la traduzione anche a Susie perchè la possa mettere nella lista delle traduzioni allegata alla spiegazione in inglese del suo metodo. . Susy , australiana, ha pubblicato in modo gratuito la spiegazione solo chiede di aggiungere le sue credenziali e il termine “contiguous” ad ogni modello pubblicato e che sia stato realizzato con il suo metodo. 20120806-111952.jpg 20120806-112000.jpg 20120806-113442.jpg 20120806-113451.jpg dice Susy che questa è “la ricetta” ma poi dovete adattare il metodo alle vostre misure e al vostro modello. 20120806-131145.jpg 20120806-131152.jpg 20120806-131159.jpgTraduzione in italiano di Marìca Zamperetti

Il metodo in sintesi

 

Per le spalle- aumentare ai lati delle 2 m centrali,ad ogni ferro per ognuna delle spalle,(si aumentano 4 m a ferro,2 per parte)

Per l’ alto della manica:  aumentare ad ogni ferro all’interno del segnapunti delle maniche( si aumentano 4 m a ferro). Per evitare che il collo si alzi troppo, a livello della nuca,fare 2/3 oppure 4 aumenti ogni 2 ferri per 6,8 ferri.

Nel dettaglio: È un metodo,non  la spiegazione di un modello, bisogna infatti comunque fare lo sbieco dei davanti, e lavorare le maniche in tondo al momento opportuno, separando le maniche dal corpo, ecc. Gli aumenti della nuca non vengono indicati perchè la loro posizione è variabile,a seconda che ne facciate 2/3 o 4.

Spiegazione dei simboli

PM- vuol dire mettere il segnapunto,operazione che faremo all’inizio, poi nei ferri successivi, sposteremo il segnapunto dal f di sinistra a f di destra, ma mano che lo si incontra, e questa seconda operazione verrà identificata con:

SM- vuol dire spostare il segnapunto dal ferro sin al f destro, e lo farete ogni voltra che incontrerete il segno

Aggiungo 2 simboli, in inglese c’è una sigla ad indicare l’aumento che si ottiene lavorando 2v una m, o a dir o al rov, noi non l’abbiamo(almeno non mi risulta) per cui : Per indicare l’aumento che si ottiene lavorando  2volte 1m al dir, scriverò:2vdir Per indicare l’aumento che si ottiene lavorando  2 volte 1m al rov,scriverò: 2v rov L’autrice aggiunge anche che potrete scegliere il tipo di aumento che vorrete. Utilizzate il metodo di montaggio delle m che preferite, di dover poi riprendere le m per il colletto, potete fare un montaggio aperto, l’autrice in genere usa il montaggio con i 2 ferri.

Quindi, montate le m per la nuca, più 6 m per la parte posteriore del collo
Ferro 1- 1 dir,PM,2 dir,PM,dir fino alle ultime 3m,PM,2dir,PM,1dir.

Ferro 2-2vrov,SM,2rov,SM,2vrov,rov fino a 1m prima del segno,2vrov,SM,2rov,SM,2vrov,.

Ferro3-1dir,2vdir,SM,2dir,SM,2vdir,lav diritto fino alla m prima del segno,2vdir,SM,2dir,SM,2vdir,,1dir. Continuare in questo modo facendo degli aumenti ai lati del segno ad ogni ferro,fino a che la ” cucitura”,che così si va formando,copra la lunghezza della spalla. Lavorare tutti i ferri necessari ad ottenere questa lunghezza( a seconda del campione). Con questo tipo di aumento ,la ” cucitura” verrà un pò “tirata”, e dovreste fare, per evitarlo, dei ferri in più  invece ricordatevi  di lavorare sia gli aumenti che le m centrali ( quelle della ” cucitura” )in modo più morbido. Avrete così ottenuto  le spalle con una pendenza ,senza aver dovuto fare ferri accorciati.

Per le maniche Ora dovrete spostare i segnapunti, in modo da avere 6 m tra uno e l’altro non più 2,su ciascuna delle spalle,formeranno l’alto della manica. Ora aumenterete solo tra questi segni,tutte le m tra questi segni  saranno le m per la manica.

Fsucc- lav dir,fino al segno,passare il segno,2vdir,4 dir,2vdir,(8m),SM,dir fino al segno,SM,4dir,2vdir,(8m),SM, lav dir fino alla fine.

F succ-rov fino al segno,2vrov,6rov,2vrov,(10m),SM,,rov fino al segno,SM,2vrov,6rov,2v rov,(10m),SM, rov fino alla fine.

F succ- dir fino al segno,SM,2vdir,8dir,2vdir,(12m),SM,dir fino al segno,SM,2vdir,8dir,2vdir,(12m),SM,dir fino alla fine. Eccetera eccetera… Continuate in questo modo  per qualche ferro,aumentando ad ogni ferro,sempre sulle m delle maniche all’interno dei segni. Fate questo per qualche ferro,ma non per tutta la lunghezza dello scalfo,secondo me  si dovrebbe fare della stessa lunghezza  che se si lavorasse a ferri accorciati,( circa  un sesto  dell’altezza dello scalfo,ai  lati della “cucitura ” della spalla,misurata a piatto. Continuate ad aumentare   ogni 2 ferri(ai ferri diritti), e seguendo le spiegazioni del vostro modello,come  lavorereste un classico topdown. Se realizzerete un modello utilizzando questo metodo,per favore aggiungete sempre la dicitura: “capo realizzato senza cuciture, topdown,secondo il metodo delle maniche a giro contiguous sviluppato da Susie Myers,SusieM su Ravelry(http://www.ravelry.com/people/SusieM).”.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 6.113 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: