Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘TOP DOWN ( dall’alto)-come si fa’ Category

Ecco il nuovo progetto per questo lavoro da fare in compagnia:LAC.

I LAC dovrebbero servire ad illustrare delle tecniche, mentre si realizza un capo, per cui una volta capita la tecnica, di modelli realizzati con questa tecnica, ne trovate tanti ,nel blog; quindi, non ve li do in tante misure, ma in quella più piccola, per poter realizzare il progetto in breve tempo.

Siamo partite dal topdown, che per molte è ancora un oggetto misterioso, l’abbiamo fatto aperto a cardigan, ora affrontiamo quello chiuso: lo lavoriamo con i ferri diritti, ma chi vuole e lo sa fare, può ovviamente farlo con i ferri circolari.

Come al solito si parte dal campione, misurate uno scollo di un capo che già avete, fate il campione lavorando circa 30m con i ferri e la lana che avete deciso di usare, contate quante m stanno sul ferro in 10cm, e moltiplicate per i cm dello scollo; ora per determinare dove fare gli aumenti ai  raglan, si divide per 3 il n di m ottenuto: in questo caso monterò 66m, diviso 3=22, per cui il davanti avrà 22m, 22m anche per il dietro, la metà:11m e 11m per le maniche.

In questo caso, il topdown chiuso, siccome inizierò a lavorare dal raglan del dietro, dietro la spalla sinistra-per chi indossa- (nel disegno a destra c’è un segno, tanto per capirci),aggiungo 1m sia all’inizio che alla fine del ferro,che mi serviranno per la cucitura,per cui monterò 68m.

Se lo volete + grande, aggiungete 2m in più per parte, o usate ferri e lana + grossi.

topdown -9Nel disegno..(terribile, sono negata..) vedete in alto il lavoro come dovrà essere:bordo a coste al collo polsi e al fondo,2 trecce sul davanti, su 4m, con 5m rov ai lati e 2 m rov al centro.

Per cui, ferri 3-3,5(o 3,5 e 4), un ferretto da trecce, 5 segnapunti di cui 3 dello stesso colore e 2 di colore diverso.

Per cui, per una taglia 0-3 mesi, montiamo 66m+2 per la cucitura=68m, con i ferri + piccoli; il lavoro inizia dal raglan della manica sinistra, parte dietro

Faremo 4 ferri a coste 2/2(2 dir, 2 rov), iniziando e finendo con 3 dir: per cui 3 dir, 2 rov,2 dir 2 rov … e finiamo il ferro con 3 dir.

Al quarto ferro delle coste, sul rov del lavoro, mettiamo i segni, i 4 segni dello stesso colore per indicare dove faremo gli aumenti per il raglan.

Qui siamo sul rov del lavoro, per cui mettiamo un segno dopo 12 m, dopo 22 m, dopo 11 m, e finiamo il ferro lavorando le ultime 23

Al ferro successivo, sul diritto del lavoro, passiamo a ferri 3,5(o 4) e iniziamo a lav a m rasata, a fare gli aumenti, e ad impostare le trecce,( gli aumenti si faranno ,cone  l’altra volta lavorando 2 volte la m :una volta al dir, poi senza far cadere la m dal ferro, la si rilavora al dir ritorto,  dal davanti verso il dietro nella parte posteriore della maglia):

ferro 1: 1 dir, lavorare 2 v la m, 20 dir, lav 2 v la m, spostare il segno a destra,(dietro)

lav 2 v la m, 9dir, lav  2 volte la m,(manica)

spostare il segno, lav 2 volte la m, mettere un segno di colore diverso,5 rov, 4 dir, 2 rov, 4 dir, 5 rov,altro segno dello stesso col di quello precedente, lav 2 v la m,(davanti)

spostare il s, lav 2 v la m, 9 dir, lav 2 v la m, 1dir.(altra manica, ultima parte).

Questo è il ferro più importante di tutto il lavoro; poi non dovrete più fare calcoli, ma solo fare gli aumenti prima e dopo i segni.

Avrete notato che c’è un aumento dopo la prima m e prima dell’ultima, qui non vi ho fatto mettere i segni, dovete solo ricordarvi che la m dopo la prima e prima dell’ultima va lavorata 2 volte.

Il ferro succ lavoriamo le m come si presentano(ricordate che sul davanti avrete 5dir,4rov,2dir,4rov,5dir),spostando i segni quando li incontrate.

Dal ferro succ, sul diritto del lavoro, iniziamo a lavorare le trecce, che ripeteremo ogni 4 ferri:

per cui:

lavoriamo con gli aumenti fino al davanti, dopo aver passato il segno, lavoriamo 2 volte la m succ, dir fino al segno delle trecce, 5rov,poi:mettiamo 2m sul ferretto da trecce posto dietro il lavoro,, lav al dir le due m seguenti, rimettiamo sul ferro le due m del ferrretto, e le lavoriamo al dir, poi 2 rov,di nuovo mettiamo sul ferretto da trecce due m,le mettiamo davanti(oppure sempre dietro se volete fare 2 trecce con la stessa inclinazione), al dir le 2 m succ, poi le m del ferretto, 5rov, spostiamo il segno, dir fino alla m prima del segno, la lavoriamo 2 volte, ..e  si finisce il ferro, con gli altri aumenti.

Ricordate che avremo 8 m aumentate ad ogni ferro diritto.

Dopo un ferro rov, un altro ferro dir, un altro ferro rov , al f succ, ripetiamo le trecce.

Si ripetono sempre questi ferri con aumenti e trecce ogni 4 ferri, fino alla lunghezza desiderata del raglan, circa 3 cm di lunghezza.

foto 4(17)

foto 1(33)

Read Full Post »

Prima di presentarvi il prosimo  articolo sui regali di Natale e le decorazioni,  vi voglio proporre questa tecnica, in cui mi ero già imbattuta un po’ di tempo fa, ma che ora mi sembra sia giunto il momento di illustrarvi(potrei anche aprire una nuova categoria, intitolata:” questa l’ho studiata  per voi…”).

Sapete che il topdown tanto amato comporta le  maniche raglan oppure, se volete farle a giro, dovete seguire il metodo “contiguous”, un po’ complicato per molte e che non sempre da buoni risultati(la manica si arriccia ecc).

Ma che ne dite di questo? sembra l’uovo di Colombo(adoro trovare ..uova di Colombo..!)

top d man a g 17113876a63eda580d1600c8f3cc3f53

Bisognerà avere maglie “vive” sia davanti che dietro e per fare questo è necessario fare un montaggio provvisorio delle m ,iniziando ad esempio dal dietro, si lavora un terzo dell’altezza del giro manica, fino allo scollo,  si chiudono le m dello scollo e a seconda del tipo di scollo che avete pprevisto si rimontano le m per il davanti, e si lavora il davanti fino alla stessa altezza del dietro,(figura 1)  poi si riprendono le m tutt’attorno, passando dalle spalle(figura 2 e 3)  e si lavora fino alla fine degli scalfi; a questo punto si procede come nei normali topdown, o lasciando in attesa le maniche per lavorare il corpo tutt’assieme o si lasciano in attesa le m del corpo per lavorare prima le maniche.(fig.4)

Per fare  fa il montaggio provvisorio delle m, ci sono svariate tecniche, queste di Garnstudio (video muto, così non vi confondete con la lingua..)

..oppure con l’uncinetto,si fa una catenella all’uncinetto e su questa si lavorano le m, guardatevi il video, sarà un uomo a mostrarvelo..

Tutto questo lo trovate qui: http://www.knittingdaily.com/blogs/daily/archive/2011/06/13/knitting-a-top-down-sweater-with-set-in-sleeves.aspx

e il metodo è descitto nel libro di Barbara Walker:”Knitting from the top” che potrete acquistare con Amazon uk(dall’Inghilterra) a circa 29 sterline + 5 di spedizione,ma se vi accontentate di averlo usato, ne spenderete solo 20+ la spedizione:

http://www.amazon.co.uk/Knitting-Top-Barbara-G-Walker/dp/0942018095

 

Read Full Post »

cardi volant56177575_pNon sarà una classica spiegazione ma piuttosto una “ricetta” adattabile a tutte le misure.

http://www.tricotin.com/en/maillemaillemia-gilettutu.html

Ricordate come si fa un top down, vero?

Si inizia col fare un campione, (si monta un certo n dim ,diciamo 30, si lavorano per 2 cm circa poi si misura lungo il ferro per vedere quante m stanno in 10cm)si misura lo scollo e si montano le m che servono, facendo in modo di montare un n di m divisibile per 3, esempio monteremo 90m, diviso 3= 30m

Queste 30m m sono la somma delle due spalle e il resto si divide per due: una parte per il davanti e una per il dietro.

A queste  andranno aggiunte 3/4 m  ai lati se lavorerete assieme anche i bordi(come è il caso di questo cardigan), altrimenti potrete riprendere le m una volta terminato il lavoro.

per cui 90 m diviso 3=30, quello che resta, 60m saranno trenta per il dietro e 30 per i davanti(15+15) a cui aggiungeremo 3m per parte per i bordi=96m

naturalmente questo è solo un esempio.

Quindi iniziando dal collo, avete montato le m e deciso come fare il bordo:in questo della foto  è a legaccio(ma potrebbe essere a p riso, o a m rasata se si vuole che roulotti): ci sono 9 ferri di legaccio, , e 5 m di bordo e poi al primo ferro dopo il bordo mettiamo i segni e iniziamo a fare gli aumenti, lavorando 2v la m prima e quella dopo ogni segno,8 aumenti ad ogni ferro diritto,in questo modo:

17diritti(davanti sinistro).lav 2 volte la m succ-mettere un segno-lav 2 volte la m succ , 13dir(manica sinistra)-2v-s-2v- 28dir(dietro)-2v-s-2v-  13dir(manica destra) 2v-s-2v- 17dir(davanti destro)

”  SUGGERIMENTO

Trovo che 9+1 ferro del montaggio delle m, siano molti, inizierei a fare gli aumenti già nel bordo a legaccio, se si vuole fare così alto, altrimenti potrebbe” sboccare”

BORDI E ASOLE

Ricordate, che, se avete aggiunto le m per fare i bordi,le dovrete sempre lavorare come avete scelto di farle, in questo caso, a legaccio, e di fare le asole:la prima dopo 1 cm dal collo:quando restano 4 m alla fine del ferro sul dir del lavoro, (davanti destro)lav 2 diritti assieme, 1 gettato e 2 diritti.(nel caso di un topdown da femmina, come in questo caso, altrimenti le faremo all’inizio del ferro diritto).

da ripetere ogni 4 cm circa. ”

Continuando con la spiegazione del nostro topdown,si lavora a m rasata facendo gli aumenti ad ogni ferro dir, fino a quanto si vuole che sia lungo lo scalfo, poi si divideranno le maniche dal corpo:o le lavorate subito ,prima una e poi l’altra)o le lasciate in attesa su un filo e le lavorate dopo avere lavorato il corpo.

ALLARGARE IL CORPO:aggiungere maglie al sottomanica

Anche se avete raggiunto la lunghezza dello scalfo che ritenete giusta(8cm per neonato,10cm per 3/6 mesi,12 cm per un anno, 15cm per 2 /3 anni, 18cm 3/4 anni..ecc)

non è detto che la LARGHEZZA  del dietro-davanti  sia quella giusta, magari ,dopo aver preso le misure,potrete trovare che il dietro sia stretto, allora è il momento in cui si possono aggiungere delle maglie,ora o..mai più!

.Dopo che avrete lavorato il davanti sinistro, e avrete messo in attesa le m della prima manica, montate sul ferro di destra, di seguito al davanti appena lavorato, un certo n di m nuove,(facendo un gettato ritorto) poi lavorate il dietro, mettete in attesa la seconda manica, e montate al secondo sottomanica lo stesso n di m.,poi finite lavorando il davanti destro.

Attenzione però, perchè lo stesso n di m dovrete montarlo ai lati delle maniche:esempio, avete aggiunto 6m al sottomanica, quando rimetterete sul ferro le m della prima manica, aggiungete alla fine del ferro 3 m, poi girate il lavoro sulla manica e aggiungete lo stesso n di m alla fine del ferro successivo, poi al momento di cucire il sottomanica cucirete queste m aggiunte a quelle aggiunte al sottomanica, questo se lavorate con i ferri diritti, con i ferri a doppie punte invece, o circolari, non è necessario aggiungere m alle maniche, basterà riprendere lo stesso n di m al sottomanica ,cosa che non potete fare con i ferri diritti.

Un po’ ..prolissa  , ma lo ritenevo necessario a completare la spiegazione.

ora vi ho detto preticamente tutto (quasi tutto..) quello che c’è da sapere sul cardigan topdown..!

lavorate il corpo per la lunghezza che deciderete(ma considerate che avete i volants, quindi non fatelo troppo lungo), poi:

a)-con il primo colore,quello con cui avete lavorato il corpo,fate 8 ferri a legaccio, quindi al f succ, raddoppiate il n delle m ,lavorando ogni m 2 volte, lav su tutte queste m ottenute per 12 ferri a m rasata, poi chiudete al rov ma lavorando diritto..

b)-Con il secondo colore riprendete le m sul rovescio dell’ultimo ferro della banda a legaccio, lav a m rasata per 10 ferri, poi 8 ferri a legaccio, raddoppiate il n delle m, poi altri 12 ferri a m rasata e ,chiudete al rov ma lavorando diritto
c)-con il terzo colore,riprendete le m sul rov del lavoro dall’ultimo ferro a legaccio del col precedente., lav 10 ferri a m rasata, poi 8 ferri a legaccio, al f succ raddoppiate le m, 12 ferri a m rasata e al f succ chiudete ssul rov del lav ma lavorando dir.

se non avete ancora lavorato le maniche, fatelo ora, con i 4 ferri o con i f circolari, ma anche con i ferri diritti, farete un po’ di fatica nei primi ferri, ma ci si riesce..parola di ..Marìca!

lavorate le maniche quindi, dinimuendo 1m ai lati del ferro ogni 3/4 cm fino ad avere l lunghezza desiderata e terminate sempre a legaccio.(che nel circolare si lavora così;2 giri dir,2 giri rov 2 giri dir e 1 giro rov, poi chiudere.)

5617736456174095

Read Full Post »

https://i0.wp.com/p2.storage.canalblog.com/22/76/675258/53874270.jpg

mi ha scritto CECILE, l’autrice del blog, felicissima di aver “scavalcato le Alpi” con i suoi modelli!

che bello vedere persone che condividono lo spirito del blog, la condivisione appunto.

basta mettere il link.. a buon intenditor poche parole… (altro…)

Read Full Post »

http://www.lionbrand.com/patterns/80983AD.html

Niente di che, questo cardigan. ma è BASICO, cioè è un modello semplice(arricchito solo dal colletto) da cui partire per imparare a fare il topdown.

poi vi viene dato in misure dalla nascita a 4 anni e anche con ferri grossetti, per cui si finisce in un attimo.

Potrete poi con poco arricchirlo di punti diversi(man mano che diventerete più brave)

Ho letto da qualche parte, a proposito della lavorazione topdown, che “ASSOLUTAMENTE CI VOGLIONO I FERRI CIRCOLARI”,

beh, non è vero..

Nel caso di un top down misura adulti , quando con il succedersi degli aumenti ci si ritrova ad avere sul ferro molte maglie, può essere necessario usare i ferri circolari, ma esistono anche ferri lunghi fino a 60 cm.(scomodissimi ..)

Anche nel caso di un pullover chiuso si possono usare i ferri diritti, basta lasciare aperto un lato e cucirlo alla fine, con qualche accorgimento; il modello che ho messo in vendita per Cavezzo, ne è la prova, e vi spiega come si fa.

Ma ora procediamo

Inizia dal colletto, che è lavorato a punto riso , finito il colletto, vi farà fare un bordino di unione tra colletto e corpo del cardigan,con  ferro di diminuzioni, come per creare un’arricciatura, lavorando le m due alla volta, poi, dopo 3 ferri a m rasata rovescia, vi fa lavorare le stesse m ,ognuna 2 volte(una davanti e una dietro)al rov, tornando ad avere lo stesso n di m iniziale.

Se non volete il colletto, cominciate dal collo, montando:52m(58-64-70-76) , fate un bordo come volete: 4 ferri a p riso o legaccio o a coste, oppure niente, dipende dalla vostra fantasia e poi procedete come indicato con gli aumenti dei raglan.

Al ferro successivo monteremo 4m ai lati del ferro che saranno i bordi del cardigan e andranno lavorati a p riso.

Poi cominceremo la lavorazione topdown, per cui:

ferri 4,5

misure:0-6 mesi (6-12 m , 12-18 m , 2-3 anni, 4 anni)
circonferenza del capo finito: 47 (51, 56, 59.5, 63.5) cm senza i bordi davanti

COLLETTO


montare  51 (57, 63, 69, 75) m, lav a p risoper 5 (5, 5, 6.5, 6.5) cm.
BORDO DEL COLLO
ferro 1(rov del lav):lav 4m a p riso,,poi 2ass al dir fino alle ultime 5m:1 dir, 4 roso= 30 (33, 36, 39, 42) m.
ferri 2-4: sempre lavorando le 4 m ai bordi a p riso,lav 3 ferri a m rasata rovescia(rov sul dir, dir sul rov).
ferro 5: 4m a p riso,rov ognuna delle m succ, due volte al rov,fino alle ultime 4m:riso= 52 (58, 64, 70, 76) m.
Corpo
ferro 6 (dir del lav): montare 4 nuove m,lav a p riso queste m,(bordo del davanti),8dir (9, 10, 11, 12),1gettato, mettere un segnapunto,1dir,1gett,6dir (7, 8, 9, 10), 1gett,1dir,1segnapunto,1dir,1gett,16dir (18, 20, 22, 24), 1gett,1dir,segno,1dir,1gett,6dir (7, 8, 9, 10), 1gett,1dir,segno,1dir,1gett,8dir (9, 10, 11, 12), montare 4 nuove m alla fine del ferro= 68 (74, 80, 86, 92) m.
ferro 7:lav a p riso le prime 4m,passando i segni a ds lav rov fino alle ultime 4m, riso.
ferro 8:4 riso,*lav dir fino alla m prima del s succ, 1gettato,1dir, passare il s, 1 dir, 1 gett*rip altre 3 volte,dir fino alle ultime 4m ,riso.= 76 (82, 88, 94, 100) m.
ferro 9 rip il ferro 7.
Ripetere gli ultimi 2 ferri altre  11 (12, 13, 14, 15) volte=164 (178, 192, 206, 220) m.

   DIVISIONE DELLE MANICHE DAL CORPO

Dir del lav:lavorare 26 (28, 30, 32, 34) m come stabilito per il davanti sinistro e mettere queste m su una spilla in attesa,lav le succ 34 (37, 40, 43, 46)m per la prima manica (non metterla in attesa); lav le succ. 44 (48, 52, 56, 60)m per il dietro e metterle in attesa,lav le succ 34 (37, 40, 43, 46) m per la seconda manica e metterle in attesa; lav le rimanenti 26 (28, 30, 32, 34) m e metterle in attesa.

NOTA- io le m le lascio in attesa sul ferro circolare, che ha due punte, per cui al momento di tornare a lavorare le m del corpo, sono già pronte e nel verso giusto.

Tagliare il filo.

MANICHE
Al rov del lavoro torniamo a lavorare le m lasciate sul ferro della prima manica,lavorare a m rasata diminuendo 1m ai lati del ferro, ogni 4 ferri(4-6-6-6-) per 4 volte(4-4-5-6)=26m(29-32-33-34)

lav fino a 11cm(12,5-15-20,5-23) (dall’ascella) e finire al rov del lavoro.

Fare 3 ferri a p riso e chiudere(sempre lavorando a p riso sul rov del lav)

Tagliare il filo, tornare a lavorare sulle m lasciate in attesa della seconda manica e completarla come fatto con la prima.

CORPO

Ora sono rimaste sulle spille solo le m del corpo:96m (104, 112, 120, 128) le trasferiamo sul ferro,  e le lavoriamo come stabilito fino a  9.5cm (11.5, 12.5, 14.5, 16.5)dal punto di unione, passiamo a lavorare a punto riso e facciamo 4 ferri a p riso poi chiudiamo sempre lavorando a p riso.

FINITURE

Fare le cuciture dei sottomanica.

LACCETTI

Tagliare un filo lungo 3m, e passarlo attorno una maniglia della porta dividendolo in due, arrotorarlo girandolo fino a che tenderà ad arrotolarsi su se stesso, toglierlo dalla maniglia e unire i capi lasciando che finisca di arrotolarsi, annodare i capi efissare passare il cordoncino ottenutoad un angolo,farne un altro.

OPPURE.fare un i-cord con i ferri a doppie punte, riprendendo 3/4 m direttamente dall’angolo del colletto(vedere spiegazione dell’icord nelle categorie del blog(.

Read Full Post »

20120819-202234.jpg Misure 6/12/18/24

Circonferenza 43/45,5/48/53,5

Circonferenza capo finito 58,5/61/65,5/70 cm

Ferri 3,75-4

Campione 22 m x 30 ferri=10 cm.con ferri 4

4 segnapunti 3 bottoni

Spiegazione

Si lavora iniziando dal collo

Con il col bianco e i ferri 3,75 montare 82(86-86-94) m e lavorare 9 ferri diritti,il primo ferro è al rov del lavoro.

Cambiare con il col grigio e lav in questo modo:

Ferro 1-dir del lavoro-14 dir(15-15-17), fare un aumento intercalare,13 dir,un aum INT,28 dir(30-30-34), un aum INT, 13 dir,un aum INT,14 dir(15-15-17)=86 m(90-90-98).

Ferro 2 e tutti i ferri pari al rov.

Ferro 3- 14 dir(15-15-17),1 aum int,1 dir( mettere un segno sull’ ultima m),1 aum int 13 dir,1 aum INT, 1 dir( segno) 1 aum INT 28 dir(30-30-34),1 aum INT,1dir(segno)1 aum INT. 13 dir,1 aum INT,1 dir( segno),1 aum int. 14 dir(15-15-17)=94 m(98-98-106).

Ferro 5-” dir fino alla prima m segnata,1aum INT,1 dir,1 aum INT”, ripetere tutto ancora 3 volte.,poi lav dir fino alla fine del ferro.

F succ al rov

Rip gli ultimi 2 ferri per altre 13 volte(14-15-16)=206(218-226-242)m.

Fare ora la divisione delle maniche

F succ- 31 dir(33-34-37), montare una nuova m,lav al dir le succ. 40(42-44-46) m, montare una nuova m,girare il ferro e lasciando in attesa tutte le altre m( le 31-33-34-37 del davanti destro su una spilla, e le succ non ancora lavorate su un’ altra spilla, io uso i ferri circolari per le m in attesa, quando sono tante),lavoreremo  solo sulle 40(42-44-46) m della manica destra.

Cambiare colore ,lavorare 8 ferri a legaccio ,e chiudere lavorando diritto.

Tagliare il filo e tornare a lavorare sulle m lasciate in sospeso sul f circolare, lav 64(68-70-76) m del dietro  al diritto, poi le succ 40(42-44-46) m della seconda manica, montando una m nuova all’inizio e alla fine della manica,girare il lavoro ,cambiare colore e terminare come fatto per la prima manica.

Ora, con il grigio terminiamo il corpo lavorando le ultime m rimaste sul f circolare ,quelle del davanti sinistro,e avremo complessivamente 128 m(136-140-142) . Iniziando con il ferro rov,

Lavorare a m.rasata per 9 ferri(11-13-13) finendo con un ferro rov.

Al succ ferro dir,Faremo degli aumenti lungo i fianchi: lav al dir le prime 30 m(32-33-36)fare un aum INT, 1 dir, 1 aum INT, poi ancora 1 aum int a 30(33-36)m dalla fine, 1 dir, 1 aum INT e finire il ferro. Ripetere gli ultimi 10 ferri (12-14-14) per 3 volte=144(152-166) m .

Continuare a lav a m rasata fino a 15 cm(18-19-20,5) finendo con un f rov. Cambiare con il bianco e i ferri più piccoli e fare 9 ferri a legaccio, poi chiudere lavorando diritto sul rov del lavoro.

Bordi delle asole

Al dir del lavoro e i ferri più piccoli, e il bianco, riprendere e lav al dir 60(68-72-76) per il davanti destro .

Lav 3 ferri diritti

F succ- dir del lavoro- 40 dir(46-48-50),” chiudere. 2 m,6 dir(7-8-9)” rip ancora una volta,chiudere due m, 2 dir

. F succ- diritto e rimontare le due m dove prima erano state chiuse. Fare 3 ferri diritti, quindi chiudere. Fare la stessa cosa sul davanti sinistro ma senza fare le asole. Cucire i bottoni in corrispondenza delle asole e cucire i sotto manica. http://www.bernat.com/pattern.php?PID=6863

Read Full Post »

http://www.ravelry.com/groups/contiguous/pages/Contiguous-Mini-Sampler-KAL  ..se già a molte non era risultato di facile comprensione il topdown ,immagino che questo metodo in cui si fanno ,nel topdown le maniche a giro, risulterà ancora più difficile. L’ ho scoperto in un modello che ho comperato(e che quindi non posso pubblicare,)ma se volete vederlo e anche acquistarlo, lo trovate in Ravelry e si chiama :”Sweet poppy”di Elena Nodel,autrice anche di tanti altri modelli , sempre in vendita e molto carini. Nel modello che ho acquistato l’autrice,Elena Nodel, fa riferimento a chi ha inventato la lavorazione delle maniche a giro nel topdown:Susie Myers:”contiguous set in sleeves” e l’autrice molto generosamente mette a disposizione di tutti il suo metodo. Nel sito di Susie, c’è l’elenco delle traduzioni ma non c’é quella in italiano, per cui ho scritto offrendo la mia collaborazione per la traduzione in italiano.mi è giunto l’ok scritto di Susie per la traduzione in italiano che vi allego:

re: Translation okay
Sent at 5:07 PM August 8, 2012
Yes, it is okay to do a translation.
You can send a PDF file to my email address
susie_m@iprimus.com.au
and I will add it to the list of translations too
Ciao

, manderò la traduzione anche a Susie perchè la possa mettere nella lista delle traduzioni allegata alla spiegazione in inglese del suo metodo. . Susy , australiana, ha pubblicato in modo gratuito la spiegazione solo chiede di aggiungere le sue credenziali e il termine “contiguous” ad ogni modello pubblicato e che sia stato realizzato con il suo metodo. 20120806-111952.jpg 20120806-112000.jpg 20120806-113442.jpg 20120806-113451.jpg dice Susy che questa è “la ricetta” ma poi dovete adattare il metodo alle vostre misure e al vostro modello. 20120806-131145.jpg 20120806-131152.jpg 20120806-131159.jpgTraduzione in italiano di Marìca Zamperetti

Il metodo in sintesi

 

Per le spalle- aumentare ai lati delle 2 m centrali,ad ogni ferro per ognuna delle spalle,(si aumentano 4 m a ferro,2 per parte)

Per l’ alto della manica:  aumentare ad ogni ferro all’interno del segnapunti delle maniche( si aumentano 4 m a ferro). Per evitare che il collo si alzi troppo, a livello della nuca,fare 2/3 oppure 4 aumenti ogni 2 ferri per 6,8 ferri.

Nel dettaglio: È un metodo,non  la spiegazione di un modello, bisogna infatti comunque fare lo sbieco dei davanti, e lavorare le maniche in tondo al momento opportuno, separando le maniche dal corpo, ecc. Gli aumenti della nuca non vengono indicati perchè la loro posizione è variabile,a seconda che ne facciate 2/3 o 4.

Spiegazione dei simboli

PM- vuol dire mettere il segnapunto,operazione che faremo all’inizio, poi nei ferri successivi, sposteremo il segnapunto dal f di sinistra a f di destra, ma mano che lo si incontra, e questa seconda operazione verrà identificata con:

SM- vuol dire spostare il segnapunto dal ferro sin al f destro, e lo farete ogni voltra che incontrerete il segno

Aggiungo 2 simboli, in inglese c’è una sigla ad indicare l’aumento che si ottiene lavorando 2v una m, o a dir o al rov, noi non l’abbiamo(almeno non mi risulta) per cui : Per indicare l’aumento che si ottiene lavorando  2volte 1m al dir, scriverò:2vdir Per indicare l’aumento che si ottiene lavorando  2 volte 1m al rov,scriverò: 2v rov L’autrice aggiunge anche che potrete scegliere il tipo di aumento che vorrete. Utilizzate il metodo di montaggio delle m che preferite, di dover poi riprendere le m per il colletto, potete fare un montaggio aperto, l’autrice in genere usa il montaggio con i 2 ferri.

Quindi, montate le m per la nuca, più 6 m per la parte posteriore del collo
Ferro 1- 1 dir,PM,2 dir,PM,dir fino alle ultime 3m,PM,2dir,PM,1dir.

Ferro 2-2vrov,SM,2rov,SM,2vrov,rov fino a 1m prima del segno,2vrov,SM,2rov,SM,2vrov,.

Ferro3-1dir,2vdir,SM,2dir,SM,2vdir,lav diritto fino alla m prima del segno,2vdir,SM,2dir,SM,2vdir,,1dir. Continuare in questo modo facendo degli aumenti ai lati del segno ad ogni ferro,fino a che la ” cucitura”,che così si va formando,copra la lunghezza della spalla. Lavorare tutti i ferri necessari ad ottenere questa lunghezza( a seconda del campione). Con questo tipo di aumento ,la ” cucitura” verrà un pò “tirata”, e dovreste fare, per evitarlo, dei ferri in più  invece ricordatevi  di lavorare sia gli aumenti che le m centrali ( quelle della ” cucitura” )in modo più morbido. Avrete così ottenuto  le spalle con una pendenza ,senza aver dovuto fare ferri accorciati.

Per le maniche Ora dovrete spostare i segnapunti, in modo da avere 6 m tra uno e l’altro non più 2,su ciascuna delle spalle,formeranno l’alto della manica. Ora aumenterete solo tra questi segni,tutte le m tra questi segni  saranno le m per la manica.

Fsucc- lav dir,fino al segno,passare il segno,2vdir,4 dir,2vdir,(8m),SM,dir fino al segno,SM,4dir,2vdir,(8m),SM, lav dir fino alla fine.

F succ-rov fino al segno,2vrov,6rov,2vrov,(10m),SM,,rov fino al segno,SM,2vrov,6rov,2v rov,(10m),SM, rov fino alla fine.

F succ- dir fino al segno,SM,2vdir,8dir,2vdir,(12m),SM,dir fino al segno,SM,2vdir,8dir,2vdir,(12m),SM,dir fino alla fine. Eccetera eccetera… Continuate in questo modo  per qualche ferro,aumentando ad ogni ferro,sempre sulle m delle maniche all’interno dei segni. Fate questo per qualche ferro,ma non per tutta la lunghezza dello scalfo,secondo me  si dovrebbe fare della stessa lunghezza  che se si lavorasse a ferri accorciati,( circa  un sesto  dell’altezza dello scalfo,ai  lati della “cucitura ” della spalla,misurata a piatto. Continuate ad aumentare   ogni 2 ferri(ai ferri diritti), e seguendo le spiegazioni del vostro modello,come  lavorereste un classico topdown. Se realizzerete un modello utilizzando questo metodo,per favore aggiungete sempre la dicitura: “capo realizzato senza cuciture, topdown,secondo il metodo delle maniche a giro contiguous sviluppato da Susie Myers,SusieM su Ravelry(http://www.ravelry.com/people/SusieM).”.

Read Full Post »

Flavia pensosa dopo che la nonna le ha fatto indossare con l’inganno l’ultima creazione, non se ne parla di mettersi in posa ..

spiegazione del gilet:QUI

Read Full Post »

TOP DOWN vuol dire “dall’alto in basso”; cioè si inizia a lavorare dal collo.

Facendo capi per bambini e volendo fare un cardigan aperto davanti potete benissimo lavorare con i ferri diritti, esistono comunque ferri lunghi 35,40 e 60 cm..

Ho recuperato un piccolo cardigan che avevo fatto per Flavia piccola e mi sono ingegnata per cercare di farvi capire come si realizza(in attesa di un’anima buona che mi faccia un video mentre lavoro..)si monta un numero di maglie adatte all’età del bambino, ad esempio per questo che ho fatto per Flavia piccola  1/3 mesi, lavorato con ferri 3,5: ho montato 58m, ho lavorato due ferri diritti poi ho impostato il lavoro in questo modo:

ferro1-12 dir, 1 gettato, 1 dir,1 gettato( davanti destro)

5dir-1gett,1dir,1gett(manica destra)

20 dir-1gett,1dir,1gett-(dietro)

5 dir-1gett-1dir-1gett(manica sinistra)

12 dir-davanti sinistro.

ferro2 e tutti i ferri pari–diritto

ferro 3-13dir,1gett,1dir,1gett

7dir-1gett-1dir-1gett

22-dir,1gett,1dir,1gett

7dir-1gett-1dir,1gett

13dir

ferro 5-14dir,1gett,1dir,1gett

9dir,1gett,1dir,1gett

24dir-1gett,1dir,1gett

9dir-1gett,1dir,1gett

14dir-

 

 Continuate sempre in questo modo, con una m in più per i davanti, 2m in più per le maniche e il dietro, fino ad avere 194m(17 ferri di aumenti)

E precisamente avremo;29m per ognuno dei davanti,39m per le maniche, 54 per il dietro.

 

 

Ora non faremo più aumenti, finito l’ultimo ferro pari, lavoriamo al diritto le prime 29m del davanti destro(+ la m di divisione, quindi 30m) poi le 39m della manica fino alla m di divisione con il dietro, si gira il lavoro e si lavorano solo le 39 m della manica fino all’altra m di divisione con il davanti, quindi proseguiamo a lavorare a m rasata sulle m della manica diminuendo ai lati ogni 2,5cm una m e lavorando per 12 cm, alla fine facciamo 5 ferri a legaccio e al 6° ferro chiudiamo le m.

Tagliare il filo e tornare a lavorare le 56m del dietro, la m di divisione, le 39m dell’altra manica, girare il lavoro prima della m di divisione con il davanti sinistro e terminare la manica come fatto per la prima.

Terminata la manica torniamo a lavorare le 29+1 m del davanti sinistro finendo il ferro.

A questo punto avremo sul ferro le 118m del corpo:

F succ, lavorare le prime e ultime 6 m a legaccio e il resto a m rasata, dopo 10 cm continuare lavorando a legaccio per 5 ferri e al 6° chiudere.

Fare le cuciture dei sottomanica, e 3 asole volanti con l’ago come vedete nella foto e attaccare i bottoni in corrispondenza.

VIDEO 1.

VIDEO 2

(altro…)

Read Full Post »

completo ..per Flavia naturalmente!

19 maggio 2010 di marica | Modifica

La tutina è la stessa del modello ” per Giacomo”, e il piccolo cardigan è la versione femminile di quello sempre fatto per Giacomo, con quella lana bellissima piena di colori che io chiamo” mille colori”, che dona un effetto jacquard ma è un solo filato.

la produce la Sesia e Adriafil,e la trovate on line anche da Garnstudio.

Il modello del golfino è quello che io prediligo, perchè è facile e alla fine le uniche cuciture saranno quelle dei sottomanica.

Ferri 3 per il pantaloncino, dove, almeno in questo caso, la lana è più sottile , il cardigan io l’ho fatto con i ferri 3,25 che ho trovato in inghilterra,ma che credo si possano trovare anche con internet, ma con questa lana avrei potuto usare anche ferri 3,5.

misure 3 mesi ( se si aumenta lo spessore della lana o dei ferri, e si allungano le maniche di 2 cm andrà bene anche per i 6 mesi)

punti: m rasata,

chiusura picot ai ferri ( per chi lo sa fare viene benissimo all’uncinetto): si chiudono 3 maglie, si mette la m rimasta sul f di destra assieme alle altre a sinistra e a queste se ne aggiungono 2 montandole ex novo, poi si chiudono 6 maglie, di nuovo si mette la m rimasta sul ferro di destra a sin, si aggiungono 2 m, se ne chiudono 6 e così via fino ad aver chiuso tutte le maglie.

maglia legaccio

lana 2 millecolori effetto jacquard” – 1 gomitolo, 2 gomitoli fuxia per il pantaloncino.

Ho fatto anche le scarpine fuxia finite al bordo con un giro di picot.

Montare 60 maglie, lavorare 4 ferri a legaccio( tutti i ferri al diritto), poi iniziare il ferro degli aumenti a gettato ( passare il filo sul ferro di destra e continuare a lav, poi al rovescio lavorare il gettato dando origine così ad una nuova maglia.):

Lavorando a m rasata fare: 10 m al diritto (davanti destro), 1 gettato, 2 diritti, 1 gettato, 6 diritti ( spalla destra),1 gettato, 2 diritti, 1 gettato, 20 diritti ( dietro), 1 gettato, 2 diritti, 1 gettato, 6 diritti ( spalla sinistra), 1 gettato, 2 diritti ,1 gettato, 10 diritti( dav sinistro).

continuare questi aumenti sempre ogni 2 ferri sul diritto del lavoro, per altre 16 volte sempre dopo l’ultimo gettato e prima e dopo le due maglie,: quindi 8 aumenti per ferro per 17 ferri=196 maglie.

Finiti gli aumenti per il raglan, e dopo aver lavorato un ferro a rovescio, lavorare a diritto le prime 28 maglie ( davanti destro), mettere su una spilla le successive 42 ( manica), continuare a lavorare le 56 seguenti ( dietro), mettere su una spilla altre 42 ( altra manica) e finire di lavorare le ultime 28 ( dav sinistro).

Lavorare a m rasata sul corpo del golfino per 12 (o 15 per una misura più grande) cm, poi chiudere con il filato in tinta unita con 3 ferri a legaccio e 1 ferro di “picot”.

Riprendere le maniche e lavorare a m rasata facendo dopo aver lavorato 2 cm a m rasata, sui due lati all’interno di 2 m, 3 diminuzioni ogni 3 cm circa, = 34 m, poi chiudere con 3 giri d legaccio e 1 giro di “picot”

Riprendere con il sistema dell’uncinetto ( o come vi viene meglio) le maglie dei 2 davanti , e dopo 3 giri a m legaccio, chiudere con 1 giro di picot.

Chiudere i sottomanica e attaccare i bottoncini( ho scelto sia per il golfino che per il pantaloncino, di piccoli cuoricini rosa fuxia, che si infilano bene tra le maglie anche senza asole.

TUTINA

Lana merino

Misure nascita-3-6 mesi

punti: m rasata, coste 2/2

ferri 3 ( vanno bene anche 3,5 se avete una mano non troppo lenta, l’ideale sarebbe 3 ,25, si trovano su internet)

DIETRO

Si inizia a lavorare dalla gambina sinistra, io qui , per raccordare il modello a quello del cardigan, ho usato un colore più scuro per il montaggio

montare 29 ( 32-35 )m e lav 2 cm di coste 2/2 , continuare a m rasata aumentando a sin al’interno di 2 m ogni 2 f 5 v 1 m.

A 6 cm di altezza lasciare il lavoro in sospeso, fare l’altra gambina in modo speculare, unirle su du unico ferro e lav a m rasata fino a 15 ( 16.17) cm totali e iniziare a lav a coste 2/2 e lav per

6 cm, chiudere con il colore più scuro.

DAVANTI

Come il dietro solo prevedere delle asole nella parte a coste dopo 2 e 4 cm e a ai lati delle 34 m centreli.

Bretelle

Con ferri più piccoli montare 11 m e lav a coste 1/1 per 25 (30-35 ) cm.

Chiudere

cucire i due pezzi, le bretelle e i bottoni

Read Full Post »

« Newer Posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: